Se è la stessa Ioniogas a dirci che le perdite in fase di scarico SONO INEVITABILI, come si può consentire una simile attività all'interno di uno stabilimento noto per le sue INSICUREZZE?