PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Se l'esperienza ci insegna qualcosa, ci insegna questo: che un buon politico, in democrazia, è tanto impensabile quanto un ladro onesto (Henry Louis Mencken).

Related Posts with Thumbnails

NO RIGASSIFICATORE - Nel decreto VIA della ministra Prestigiacomo non si tiene in nessun conto del referendum dei priolesi svoltosi il 15 e 16 luglio 2007 . Il Comitato "Stavolta decidi tu" pronto a presentare denunce qualora la regione dovesse dare parere favorevole al rigassificatore della Ioniogas.
Lettera del Comitato in difesa del referendum sul rigassificatore e nel rispetto della Aarhus

Al Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo
All’Assessore regionale dell'energia e dei servizi di pubblica utilità Pier Carmelo Russo
All’Assessore RegionaleTerritorio e Ambiente Roberto Di Mauro



VISTO il risultato referendario di Priolo G. dove il No ha raccolto il 98% dei consensi, 5729 voti contrari sui 5834 complessivi, con solo 75 voti favorevoli. Risultato che acquista una valenza ancora maggiore alla luce del dato dell'affluenza alle urne che è stato del 57,43%.

VISTO Che le consultazioni popolari sono nel diritto costituzionale le decisioni del popolo nella veste di elettore assunte per mezzo degli istituti costituzionali di partecipazione popolare.

VISTO LA “CONVENZIONE SULL’ACCESSO ALLE INFORMAZI0NI, LA PARTECIPAZIONE DEL PUBBLICO AI PROCESSI DECISIONALI E L’ACCESSO ALLA GIUSTIZIA IN MATERIA AMBIENTALE” - UNECE (United Nations Economic Commission for Europe), “CONVENZIONE DI AARHUS”(DANIMARCA 25 GIUGNO 1998) in vigore in Italia dal 30 ottobre 2001, Legge n. 108.

VISTO la Legge n. 108 , art. 2 - DEFINIZIONI - al comma 4. "pubblico", una o più persone fisiche o giuridiche e, ai sensi della legislazione o della prassi nazionale, le associazioni, le organizzazioni o i gruppi costituiti da tali persone;al comma 5."pubblico interessato", il pubblico che subisce o può subire gli effetti dei processi decisionali in materia ambientale o che ha un interesse da far valere al riguardo.

VISTO la Legge n. 108 , art. 6 - PARTECIPAZIONE DEL PUBBLICO ALLE DECISIONI RELATIVE AD ATTIVITÀ SPECIFICHE – al comma 8. Ciascuna Parte provvede affinché, al momento dell'adozione della decisione, si tenga adeguatamente conto dei risultati della partecipazione del pubblico.

PREMESSO CHE la Ionio Gas s.r.l., ha chiesto l'autorizzazione alla costruzione di un terminale di rigassificazione di GNL, da ubicare nell'area ASI del Comune di Melilli (Siracusa); il progetto prevede tre serbatoi interrati della capacitàdi circa 150 mila metri cubi ciascuno; che i rigassificatori sono tra gli impianti classificati, dalla normativa in materia, a rischio di incidente rilevante; che il territorio dell'area industriale di Melilli-Priolo-Augusta è stato dichiarato area ad elevato rischio di crisi ambientale con decreto ministeriale del 30 novembre 1990, ed assoggettato a piano di risanamento ex decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 1998; che l'area nella quale si vorrebbe collocare l'impianto è zona sismica di primo grado, dichiarata «zona ad alto rischio sismico (S12), ai sensi dell’ Ordinanza PCMdel 28 aprile 2006, n.3519; che l'impianto in questione, verrebbe realizzato in prossimità dei centri abitati di Priolo, Augusta e Melilli in prossimità della strada statale 114, della ferrovia Catania-Siracusa, della costruenda autostrada Catania-Siracusa, del porto militare di Augusta; che il pontile gasiere, si troverebbe a circa 200 metri dal pontile sommergibili ove attraccano sommergibili nucleari NATO e inoltre non è da trascurare la vicinanza della base militare americana di Sigonella.

PRESO ATTO che nel Decreto di Compatibilità Ambientale, rilasciato in data 19 settembre 2008, dal Ministero dell'Ambiente, della tutela del Territorio e del Mare e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali non si è tenuto conto del risultato del referendum attraverso cui le popolazione interessate si sono espresse per il “NO” e che tale responso ha valore decisionale così come, previsto dalla Convenzione di Aarhus del 25 giugno 1998 e la Legge di recepimento della stessa, la Legge n. 108 del 2001.

PRESO ATTO che il referendum svoltosi il 15 e 16 luglio 2007 a Priolo G. non viene neanche menzionato tra le documentazioni del Decreto di Compatibilità Ambientale e non risulta agli Atti.

RITENIAMO che il suddetto Decreto di Compatibilità Ambientale, a firma dei Ministri, Stefania Prestigiacomo e SandroBondi, risulta inficiato, compromesso irrimediabilmente nella validità e nella veridicità, e per tale motivo non può essere preso in considerazione al fine del rilascio dell’autorizzazione unica regionale.

CHIEDIAMO che il Governo regionale non rilasci parere favorevole. In subordine, ci riserviamo di accedere alla giustizia così come previsto dal terzo terzo pilastro della Legge 108/2001.

Priolo Gargallo 22 marzo 2010
IL PRESIDENTE (Arch. Massimo Gozzo)


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008