PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

L'avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge (Gustave Flaubert)

Related Posts with Thumbnails

Il disastro ambientale provocato nella valle del Tellaro dalla rottura dell’oleodotto Ragusa - Priolo fornisce a Legambiente Sicilia l'occasione perri chiedere a gran voce l'allontameneto del deposito Somicem /EniMed dalle falde dei Monti Climiti e la delocalizzazione del Pontile di Magnisi.
Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa a firma di Enzo Parisi, Dipartimento Industria Rifiuti Energia - Legambiente Sicilia.

La notizia del grave inquinamento causato in Val di Noto dalla rottura dell’oleodotto Ragusa / Priolo riporta in primo piano gli enormi ritardi accumulati dalla classe dirigente nazionale e regionale nell’attuare politiche di riduzione dei rischi e di prevenzione dei danni.

.
L’incidente non è il solo occorso in questi anni a quella tubazione.L’oleodotto trasferisce dai pozzi di Ragusa al deposito di Priolo circa 20.000 tonnellate al mese  di greggio che successivamente, anziché essere raffinato localmente, viene imbarcato su una petroliera presso il terminale Somicem di Thapsos (Penisola di Magnisi) e trasportato altrove (Venezia?).

Il buon senso vorrebbe che questo modestissimo quantitativo di petrolio venisse trasferito presso la raffineria di Gela piuttosto che attraversare mezza Sicilia, con i suoi effetti collaterali, per poi essere spedito al Nord.

Inaccettabile il fatto che il vero e proprio “scrigno archeologico” di Thapsos continui ad essere sottoposto ai rischi ed agli impatti di un terminale utilizzato una sola volta al mese quando allo stesso scopo potrebbero benissimo fungere tutti gli altri numerosi pontili petroliferi esistenti in zona.


Petroliere attraccate al pontile Somicem/EniMed di Magnisi, sito archeologico di rinomanza mondiale.

Già nel 1999 Legambiente con una nutrita raccolta di firme chiese all’Amministrazione Comunale di Priolo  di provvedere alla dismissione di quel pontile.Nell’estate del 2005, con un blitz di Goletta Verde, venne assegnata la Bandiera Nera alla Somicem proprio per sollecitare la dismissione del terminale.


Il lungo pontile di Magnisi visto dalla spiaggia di Marina di Priolo.

Sempre nel 2005, con il dossier “La Chimera delle bonifiche” Legambiente diceva: “vale la pena ricordare che durante la fase di caratterizzazione (ai fini della predisposizione del progetto di bonifica) si è verificato un evento paradossale: effettuando dei carotaggi, è stata perforata la tubazione Somicem che ha provocato la fuoriuscita di circa 150 m3 di greggio ed il conseguente inquinamento dei terreni circostanti.


Deposito costiero della Somicem/EniMed alle falde dei Monti Climiti, area tutelata paesaggisticamente.

e tra le proposte avanzava anche: “la delocalizzazione del deposito della Somicem/Eni, in cui via oleodotto arriva il petrolio estratto a Ragusa per essere poi imbarcato sulle navi dal terminale della Penisola di Magnisi. Il terminale pone un vincolo ed un rischio inaccettabile all’area archeologica di Thapsos, la movimentazione del petrolio può essere fatta in modo più conveniente e meno impattante”


Visione aerea del terminale attracco petroliere di Magnisi. Tale pontile andrebbe allocato all'interno della zona industriale e non in un'area archeologica.

Richieste e proposte che Legambiente Sicilia continua a sostenere e che rilancia agli Amministratori di Priolo, al Presidente della Regione Lombardo ed ai suoi Assessori all’Ambiente ed alle Attività Produttive.

19.01.2010

Enzo Parisi
Dipartimento Industria Rifiuti Energia - Legambiente Sicilia

NOTIZIA CORRELATA
NOTO - VALLE DEL TELLARO: DISASTRO AMBIENTALE PER VERSAMENTO DI OLIO GREGGIO DALL'OLEODOTTO ENIMED RAGUSA-PRIOLO.


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008