PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Cogli ogni opportunità che la vita ti dà, perché, se te la lasci sfuggire, ci vorrà molto tempo prima che si ripresenti. (Paulo Coelho)

Related Posts with Thumbnails

SULLA PERICOLOSITA' DEL RIGASSIFICATORE IONIO GAS - L'Italia dei Valori presenterà una interrogazione parlamentare per evidenziare come la localizzazione del sito potrebbe, in caso di incidente, avere effetti catastrofici sugli abitanti e le strutture”. Tra le altre azioni anche una indagine epidemiologica.
Riceviamo e pubblichiamo integralmente  un Comunicato stampa inviatoci dal presidente del Circolo priolese di Italia dei Valori:
 
"Noi dell’Italia dei Valori del circolo di Priolo attraverso il deputato Scilipoti della commissione ambiente presenteremo un interrogazione parlamentere , in cui esporremo i motivi per cui la localizzazione del sito potrebbe, in caso di incidente, avere effetti catastrofici sugli abitanti e le strutture”. L’area nella quale si vorrebbe collocare l’impianto è zona sismica di primo grado, infatti con Legge 10 dicembre 1981, n. 741 la Sicilia sud-orientale (ed in particolare Augusta) fu dichiarata “zona ad alto rischio sismico (S12)



"Dopo l’epoca “condorelliana”, qualche anno fa venne aperto un fascicolo, ma forse poiché puzzava troppo, fu chiuso. Il cancro ne ha uccisi più del terremoto o degli attentati terroristici. Perché in Abruzzo, dopo il terremoto, si cerca di colpevolizzare ingegneri e costruttori mentre ad Priolo Augusta,e Melilli queste vittime si seppelliscono in silenzio, senza cercarne i responsabili?

"E se, in altre parti d’Italia, lo stato decide di intervenire nel triangolo industriale  lo stato ha deciso di non intervenire perché lo detta la ragion (economica) di stato. Qui, dove tutti sanno delle condizioni di sicurezza e di lavoro del polo petrolchimico, perché lo stesso stato preferisce non intervenire, anzi aggrava la situazione decidendo istituzionalmente l’ulteriore sorgere di impianti pericolosi come il rigassificatore? Che dire della impossibile bonifica della rada di Augusta, dove in nome Il Ministero dell’Ambiente pur di dare parere positivo all’impianto di rigassificazione non ha tenuto in giusta considerazione la volontà popolare di contrarietà già manifesta da tempo e non ha consultato la Regione la quale non ha dato nessun esito favorevole sino ad oggi. L’IDV intende, inoltre, “sottoporre fermamente alla commissione che in Italia esiste la delibera n. 178/2005 dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, che non ha equivalenti in nessun altro Paese Europeo. Con la succitata Delibera viene, garantito ai gestori degli impianti di rigassificazione, l’80% dei ricavi di riferimento per 20 anni, anche in caso di inutilizzo dell’impianto”. Intanto nel nome del progresso e del benessere, giacciono 18 milioni di metri cubi di fanghi tossici?

"Non è democrazia comprare le pagine dei giornali per informare la gente a senso unico, per decantare le bellezze inesistenti e la sola utilità (economica privata) dei rigassificatori; Augurandoci che certe scelte economico-politiche che passeranno ancora una volta sulla testa degli abitanti di Augusta-Priolo-Melilli, già martoriati dal falso progresso, non abbiano a scrivere un’altra triste pagina della storia d’Italia, attendiamo l’esito della conferenza dei servizi di Palermo.

"Mentre a Priolo stiamo assistendo all’incapacità di amministrare un centro dove l’inquinamento ha raggiunto soglie altissime, dove le malformazioni e le morti per cancro hanno superato la media nazionale e dove le bonifiche stentano a sbloccarsi e i continui fuori servizio dimostrano che le manutenzioni sono effettuate con molta indifferenza non riesce a sanare la fatiscenza degli impianti. Il Consiglio comunale ha il dovere morale di votare all’unanimità un documento  nel consiglio comunale del 28 set. ’09 in cui si prenda atto del risultato del referendum del luglio del 2007 e ci  si impegni a fare rispettare la volontà popolare.

"Al più presto con l’On Orlando portavoce nazione dell’IDV e il presidente Di Pietro promuoveremo un indagine epidemiologia e altre azioni affinché venga tutelata la popolazione del triangolo industriale.
 
Presidente del circolo dell’IDV Priolo
 Raffaele De Raffele
15 ottobre 2009
 


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008