PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

La felicità é costellata di sventure evitate (A.Karr).

Related Posts with Thumbnails

Amministratori comunali ignoranti riescono addirittura ad alterare lo stemma del Comune di Priolo. Diamo a costoro una breve lezione di storia.
Chissà chi è stato quell’intelligentone che ha fatto rivoltare addirittura il gallo a destra che appare così  preoccupato  per la insulsa organizzazione della “Operazione Spiagge Sicure”.  Probabilmente in fatto di storia  parecchi personaggi dell’amministrazione comunale o che ruotano attorno ad essi,  sono perfettamente ignoranti.



Capita così che il maggior simbolo del Comune di Priolo, il Gallo Ardito, venga addirittura alterato nella sua forma originale.

A questo punto non fa male impartire a costoro una breve nozione storica  relativa al
GALLO ARDITO D'ORO
EMBLEMA DEL COMUNE DI PRIOLO GARGALLO

     Un decreto del Presidente della Repubblica, seguendo le regole dell'araldica, descrive lo Stemma concesso al Comune di Priolo con poche parole: di rosso, al gallo ardito d'oro,  sulla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.    
     Si tratta di uno scudo araldico di forma “sannita”, diviso in due colori (rosso e verde), al centro del quale  è posizionato un orgoglioso gallo d'oro visto di profilo e volto a sinistra. L'animale, dal tronco robusto, è riprodotto con un folto piumaggio, appariscente cresta carnosa sul capo, barbigli ai lati del becco, con la zampa sinistra solidamente piantata sulla campagna di verde e la destra ben alzata.    
     Gli ornamenti esteriori dello scudo (rametti di alloro uniti con nastro tricolore e corona argentea a nove merli ) simboleggiano l'autorità municipale dei cosiddetti  Comuni minori.    

     STEMMA PARLANTE    
     E' uno stemma parlante poichè in in forma rapida,chiara e sintetica, illustra efficacemente il valore fonetico dell'Ente che rappresenta (Gallo = Priolo Gargallo). Questo rapporto di somiglianza, che li unisce strettamente, li identifica rapidamente l'uno nell'altro.        
     Il gallo d'oro è un'omaggio nostalgico che la cittadina di Priolo, dopo la conquistata Autonomia comunale, ha voluto tributare alla casata del patrizio siracusano,Tommaso Gargallo, fondatore del vecchio borgo, il cui nome, per decreto presidenziale, sin dal 15 marzo 1948 è legato indissolubilmente a Priolo. Il gallo venne estrapolato dall'Arma gentilizia della famiglia Gargallo, iscritta nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco Nobili Italiani, in cui è riprodotto in rosso.

Salvo Maccarrone, 12 luglio 2009


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008