PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e andò ad aprire e vide che non c'era nessuno. (Martin Luther King)

Related Posts with Thumbnails

"Priolo ieri e oggi", elucubrazioni di Salvo Fortuna su di un territorio in agonia
Priolo ieri e oggi

C’era una volta un ricco signore
che vide il nostro azzurro mare ,
i verdi giardini
profumati di limoni e mandarini ;
di questo piccolo borgo si innamorò
e un paese vi fondò .



Tommaso Gargallo lui si chiamava
e Priolo Gargallo così nasceva ,
arrivarono contadini e artigiani
da ogni luogo
e Priolo cresceva poco a poco ;
era tranquillo questo paese
e la gente rispettava il signor Marchese .

Ma purtroppo anni e anni dopo
qualcun altro si accorse di questo luogo ,
ahimè arrivarono gli industriali a devastare
i verdi giardini e l’azzurro mare ;
innalzando colonne e ciminiere fumanti
che ricoprono di ceneri tutti quanti .



Oggi Priolo Gargallo è una zona industriale
l’aria , la terra e il mare
tutto qui è inquinato ,
ogni giorno passa tanta gente
ma nessuno più se ne è innamorato .

Priolo, 14 aprile 2009
Fortuna Salvatore

MORALE DELLA FAVOLA
Per filosofi e scrittori del calibro di Federico Nietzsche, Emil Cioran, Guido Ceronetti, Fedor Michajlovic Dostoevskij, Edgar Allan Poe, l’elucubrazione è un delirio ordinato, una sistematizzazione lecita di una porzione di caos. Il delirio deriva dallo squilibrio, anche dell'ambiente in cui viviamo, e Salvatore Fortuna (nella foto) ha saputo dispiegare mirabilmente la sua anima artistica in questa terribile visione di una città (Priolo) e del suo Territorio entrato oramai in agonia ma che nessuno dei suoi amministratori riesce più a difendere, tutelare e conservare.

I "barbari", pensando solo al loro profitto e inneggiando ai discutibili "pregi" di un rigassificatore (dimentichi che questa area è ZONA SISMICA DI PRIMO GRADO), premono alle porte di Priolo guidati da quella folta schiera di traditori che, come la storia ci ricorda, hanno contribuito ad affossare la Sicilia.

Traditori locali, infatti, tanto per fare uno dei tantissimi esempi, contribuirono al SACCO DI SIRACUSA ad opera dei romani avvenuto nel 212 a.C. e dove perse la vita uno dei massimi scienziati siciliani, Archimede. Da allora, la grande, potente, ricca ed invidiatissima Siracusa, cadde nel dimenticatoio e nella rovina più totale.

Salvo Maccarrone, 14 aprile 2009

LINK UTILI
Una sequela di bugie per affossare la scottante verità


Videoshock


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008