PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Vivi la vita così come puoi, perchè come vuoi non puoi. (Jim Morrison)

Related Posts with Thumbnails

NO RIGASSIFICATORE IONIO GAS - POLITICI IMMOBILI SUL REFERENDUM DI MELILLI DEL 26 APRILE 2009 - Lettera aperta di Eugenio Bonomo (Comitato Melillese No rigassificatore)
Cari concittadini Melillesi (e cari cosiddetti politici),
penso avrete notato la fiacca con cui procede, se mai iniziata, la campagna referendaria relativa alla votazione che si terrà il 26 aprile 2009 a Melilli (dalle 08.00 alle 20.00) e nella quale i Melillesi potranno esprimere il loro parere sul rigassificatore.

Quando si svolse lo stesso referendum a Priolo, tutti i politici, compreso il nostro Sindaco e l’On. Lombardo, si diedero un gran da fare perché il referendum riuscisse. Ci furono comizi dei partiti, convegni, conferenze, volantini, manifesti, camper attrezzati (fra cui quello del nostro Sindaco) ecc…
A Melilli nessuno sta facendo nulla.

I politici melillesi tacciono, non si esprimono, non prendono posizione, quasi che la politica di questo paese sia affidata esclusivamente a due primi attori, mentre tutti gli altri fanno da inutile insipido contorno, relegati al ruolo di anonima comparsa.
Nessuno si permette di fare un comizio, nessuno esprime pubblicamente opinioni e intenzioni, e, quel che è peggio, nessuna di queste comparse si vergogna.
Il compito del Comitato Melillese “NO RIGASSIFICATORE” era quello di raccogliere le firme e chiedere il referendum, cosa che abbiamo fatto in tempi di record.

Se qualcuno pensa che compito del Comitato è anche la campagna referendaria, si sbaglia. Possiamo partecipare dicendo la nostra opinione, ma nulla di più. Sensibilizzare i Cittadini sull’importanza del voto è compito dei Politici, in quanto loro dovrebbero essere i paladini della democrazia e loro hanno il compito di difendere la sicurezza nostra e del nostro territorio.
E’ strano e, se permettete, deprimente, assistere a questo silenzio dei vari schieramenti politici.
Pare che di Melilli, della vita dei Melillesi e della loro economia non importi niente a nessuno.
Eppure, in occasione delle elezioni Amministrative, o Politiche, c’è un fermento frenetico e tutti si danno da fare.

Sembra quasi che, per assurdo, chi ha il compito di provvedere agli interessi della collettività, pensi moltissimo agli interessi proprii e pochissimo a quelli di tutti (ma a questa cosa non vogliamo credere).
Spero che sia solo una mia errata impressione, ma un silenzio simile in un’occasione così importante non trova molte spiegazioni mentre suscita tanti interrogativi.

Dove sono i partiti ? Dov’è la Politica ? Esiste una Politica a Melilli ?
E voi Cittadini, nati e cresciuti in questo paese, come potete sopportare questo disinteresse totale per la vostra sicurezza e la vostra economia, senza sentire il bisogno di dire la vostra ? I figli li fate voi o li comprate al Cityper in occasione di saldissimi sottocosto ?

Come padre, capo famiglia e componente del Comitato, sento di essere a posto con la mia coscienza. Ho fatto ciò che potevo per garantire la partecipazione della popolazione ad una scelta importantissima, così come dettato da norme Europee e Italiane, ma, al di là di un’informazione schietta, sincera, disinteressata e documentata, non credo di avere altri compiti se non il dovere di andare a votare giorno 26.
Non so esprimere alcuna impressione sull’operato della politica in questa occasione né è mio compito farlo, ma il silenzio di TUTTI gli schieramenti (di nessuno dei quali, per mia scelta di vita, faccio parte) è veramente demoralizzante.

Il Comitato ha portato a termine il suo compito. Come padri di famiglia abbiamo fatto il possibile e, forse, l’impossibile per la difesa dei nostri e vostri figli e del loro futuro.
Non dobbiamo certo insegnare ai nostri politici quale sia il loro dovere, quindi se tutti tacciono, vuol dire che così dev’essere, anche se la cosa desta qualche perplessità.

Certo è ben strano che tutti quelli che due anni fa urlavano il loro no e ne fecero cavallo di battaglia della loro campagna elettorale, alla quale tutti credemmo, ora tacciano o, addirittura, dicano di aver cambiato idèa. A tal proposito stimo molto di più chi fin dall’inizio ha espresso un orientamento e, a tutt’oggi, è coerente con quanto manifestato fin dall’inizio. Chi si è comportato così non può essere certo tacciato di slealtà; la pensa diversamente ma è fedele alla sua idea, e questo gli fa onore (torto o ragione che abbia). Ma quelli del no che poi diventa ni, poi si, e poi chissà cos’altro ancora, quelli non saprei definirli e si etichettano da sé (i latini dicevano: “res ipsa loquitur”, cioè: “la cosa parla da sola”).

Il dovere del comitato è stato portato a termine, faticosamente ma efficacemente e con onore, lealtà e buona fede.
I politici staranno sicuramente facendo il loro dovere (personalmente non mi intendo di politica né, anche quando me ne intendessi, oserei ergermi a giudice di alcuno perché so di non averne alcun diritto).
Giorno 26 aprile, malgrado la totale assenza di campagna referendaria, i Melillesi sono chiamati a fare il loro dovere e fra qualche anno ciò che faranno sarà sottoposto al più terribile dei giudizi, quello dei figli !
Vedremo cosa succederà. Noi abbiamo le coscienze a posto.

Buona scelta a tutti
e, a qualcuno, complimenti per il “coraggio”………

…….loro ringraziano >>>>

Eugenio Bonomo (Comitato Melillese No rigassificatore)

Melilli 5 aprile 2009


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008