PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Le promesse, in politica, si possono anche non mantenere, ma bisogna saperle fare (Roberto Gervaso).

Related Posts with Thumbnails

Siracusa, il Centro Studi “Davide contro Golia” presenta “Lo Scempio del mondo”.
Sabato 24 Gennaio, alle 17:30, il Centro Studi “Davide contro Golia”, al salone parrocchiale della chiesa di S. Paolo Apostolo di Siracusa (Largo XXV Luglio), presenta il primo di tre appuntamenti che dà vita al ciclo di conferenze intitolato “Lo Scempio del mondo”.

Il Centro Studi ha scelto tale titolo prendendo spunto dal libro di Johan Huizinga, intitolato appunto «Lo scempio del mondo». Il testo, composto nel 1943 mentre il suo autore era agli arresti domiciliari per antifascismo, è contemporaneamente un’analisi impietosa della condizione umana nei tempi durissimi della seconda guerra mondiale e un disperato tentativo di proporre soluzioni ragionevoli per il dopoguerra, soluzioni che l’autore non poté vedere.

Huizinga riprende il decadimento attuale come una delle «perdite di civiltà» della società occidentale, e pone il vero inizio di questo fenomeno in un momento preciso: quando la civiltà perse l’equilibrio tra valori spirituali e sostanziali. Grazie a questo equilibrio nasce ogniqualvolta una situazione sociale la quale assicura agli individui che ci vivono dentro valori più numerosi e più alti della pura volontà di potenza.

«A partire da queste perdite di civiltà l’umanità ha anche inflitto danni sempre più vasti a ciò che alcuni chiamano Ambiente, altri il Creato. Anche i danni al paesaggio possono essere annoverati tra le perdite di civiltà. Alludiamo al tramonto del paesaggio, alla scomparsa di quella natura immediata che una volta circondava soprattutto le dimore umane».

Ed è appunto l’Ambiente, il Creato, la Natura, il tema del primo incontro che si svolgerà sabato. A relazionare sulla “Creazione negli scritti paolini” è stato invitato il Prof. Marco Rizzi, docente di Letteratura cristiana antica all’Università Cattolica di Milano.

Parlando della distruzione del creato, dello “scempio del mondo”, non si vuole trattare meramente della perdita di un valore puramente estetico. L’ideologia del profitto economico, un tempo contrastata da altri valori, ha rotto tutti gli argini: se un bene non produce profitto, vada alla malora.

Senza volere entrare in merito a più vasti problemi riguardo al futuro della tecnica ed altre più complesse mutazioni antropologiche, si vuole sottolineare che se il cristianesimo tornasse alle sue fonti, potrebbe scoprire che ogni realtà dell’ambiente, per quanto piccola e umile possa apparire ai nostri occhi, è un capolavoro della vita, degna di essere preservata. Dall’altro lato emergerebbe anche che il materialismo dell’epoca attuale non appartiene alla storia del cristianesimo.

In tal senso il centro studi Davide contro Golia offre una piccola possibilità di riflettere insieme su questi temi che stanno a cuore a molti di noi
23 gennaio 2009


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008