PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e andò ad aprire e vide che non c'era nessuno. (Martin Luther King)

Related Posts with Thumbnails

Vostre@Mail - Monumenti non valorizzati - Masseria Gargallo cadente, chi è il suo proprietario?
Gent.mo Salvo Maccarrone,
conosco il suo grande impegno nei confronti dei nostri Beni Archeologici disseminati nel territorio di Priolo ed ho apprezzato , e continuo ad apprezzare, le descrizioni, veramente interessanti, di ognuno di questi monumenti inseriti nei suoi siti internet.

La presente per chiedere a lei e ai suoi lettori: come mai tutti questi monumenti non sono valorizzati? Ad esempio proprio alcuni giorni orsono sono passato davanti alla masseria dei Gargallo ed ho notato, con grande raccapriccio, quanto essa sia cadente. Come mai nessuno muove un dito? Di chi è questa masseria?

La saluto con immensa stima
Alberto C.
01 dicembre 2008

NOSTRA RISPOSTA
Caro amico Allberto, innanzitutto la ringraziamo per la stima che nutre nei nostri confronti e poi passiamo alla risposta.
Nei siti che lei cita, noi, sin dal 1998, abbiamo evidenziato il loro stato comatoso chiedendoci:" Come stanno in salute questi nostri Beni Culturali?".

E la nostra risposta è stata la seguente:
"Sono quasi tutti a brandelli, abbandonati, sporchi, assediati da ogni tipo di rifiuto (anche tossico e nocivo). Pochi attualmente i siti visitabili e per tutti gli altri, in totale abbandono, non si intravedono all'orizzonte iniziative concrete che consentano, non diciamo la "fruizione", ma almeno la "conservazione".

Da allora, e sono passati dieci anni, la situazione si è ulteriormente aggravata e soprattutto la Masseria Gargallo, che abbiamo definito "La prima Opera Incompiuta di Priolo" nonchè' "baluardo del Comune di Priolo", appare desolata e cadente.
Al fine di far conoscere questo stato comatoso (vedi le due foto sottostanti scattate alcuni giorni fa) abbiamo deciso di realizzare un sito di denuncia incentrato proprio sulla Masseria Gargallo che quanto prima svetterà nell'etere.

Priolo, masseria Gargallo

Priolo, masseria Gargallo

Lei ci chiede: "Come mai nessuno muove un dito?" e le rispondiamo che sotto campagna elettorale qualcuno un dito lo ha mosso e ci riferiamo al neo sindaco di Priolo, Antonello Rizza, che tra altissime erbacce e strutture desolate e cadenti si è pure fatto immortalare insieme ai suoi sostenitori. La foto sottostante parla chiaro.



Lei, infine, ci chiede: "Di chi è questa masseria?"

Non ci crederà ma questa masseria, sin dal 2007, è di proprietà di Tommaso Gargallo (ce lo ha detto proprio lui anche se, incomprensibilmente, si è rifiutato di dircelo davanti ad una telecamera), quindi di un privato che, a proprie spese, dovrebbe iniziare a ristrutturarla e valorizzarla.

A venire in aiuto al nobiluomo c'è il neo sindaco di Priolo che, addirittura, ha inserito la masseria nel suo programma elettorale - amministrativo al fine di valorizzarla. Ma sinora, a parte qualche concertino musicale tra le fresche frasche, nulla si è mosso.

E gli anni passano e noi, che da giovani credevamo nella rinascita di questa masseria sotto l'amministrazione del sindaco Pippo Gianni, oggi con qualche anno in più abbiamo smesso di sognare non intravedendo nelle amministrazioni che si stanno succedendo alla guida di Priolo, persone capaci e sensibili. Rattrista dover constatare come molti priolesi moriranno senza poter vedere cambiamenti in questo paese.


Salvo Maccarrone, 01 dicembre 2008


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008