PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Lo stupido parla del passato, il saggio del presente, il folle del futuro. (Napoleone Bonaparte)

Related Posts with Thumbnails

[email protected] - NO RIGASSIFICATORE IONIOGAS - Non so se la mia visione è troppo pessimista, e di questo devo ringraziare la politica dei pupi, degli imbroglioni, delle bandiere al vento.
Ciao Salvo,
è un pò che non ci sentiamo, in questi ultimi periodi sto leggendo più frequentemente il tuo sito, e ci terrei a dirti un paio di cose:
1) Premettendo che di Toppi non me ne frega un granchè, sono rimasto veramente deluso dal tuo appoggio sfegatato a Rizza e compagnia bella per le elezioni amministrative. Sinceramente non sapevo cosa pensare, tu sei priolese come me e le persone le conosciamo tutte, non capivo e non capisco tutt'ora come hai potuto pensare che sarebbe cambiato qualcosa in meglio rispetto alla precedente amministrazione.

2) Non capisco come si possa pensare che la corrente amministrazione si possa mettere contro le industrie quando sono tutti dipendenti , o comunque lavorano all' interno del polo industriale. Ma se davvero Rizza impedisse la costruzione del rigassificatore, quando finirà il suo mandato secondo te non lo manderanno a pulire cessi? e quelli che hanno le ditte che lavorano dentro erg? credi che continueranno ad avere appalti? Apriamo gli occhi su....

Riguardo le email che ti arrivano di blocchi e azioni forti:
MA CHI LE DEVE FARE?
Ma li senti i commenti in giro? quasi quasi quando parli del rigassificatore si allontanano come se volessi creare problemi.
Ma se quando abbiamo fatto la manifestazione contro il rigassificatore eravamo meno di 1000, e quella era solo una manifestazione e per giunta autorizzata, ma figurati se adesso tutti i priolesi si mettono a fare blocchi e falò con il rischio di beccarsi una bella denuncia e magari di avere problemi al lavoro. Perchè se non siamo veramente tutti a bloccare, chi lo farà passerà davvero dei guai. Solo essendo uniti è possibile fare una cosa del genere e non avere conseguenze a livello personale.

Non so se la mia visione è troppo pessimista, e di questo devo ringraziare la politica dei pupi, degli imbroglioni, delle bandiere al vento. DI quelli che ogni 5 anni dicono che risolveranno tutti i problemi, che loro stessi, negli anni precedenti hanno contribuito a creare, e al quale conviene mantenere lo status quo.
Per essere furbi ci vogliono i fessi, non critico chi vuole fare il furbo, ma non capisco come si possa scegliere volontariamente, mettendo la testa sotto la sabbia, di fare il fesso.
Ti basta la mia email per il non anonimato?

Ti saluto.
Con Stima.
Seby

NOSTRA RISPOSTA
Ciao Seby, ben riletto.
Sarei tentato di risponderti brevemente e con un aforisma che ormai è divenuto una sorta di "leitmotiv" del mio sito: “Uno dei più grandi disordini dello spirito è quello di vedere solo ciò che si vuole vedere (Oscar Wilde)”. Ma non mi sembra un’idea soddisfacente per chi come me ha sempre avuto il coraggio delle proprie azioni ed una profondità di pensiero. Pertanto ti invito a mettere da parte l’eccessivo pessimismo , a non essere troppo arrendevole, esortandoti ad utilizzare i tuoi siti web (o blog) per ragguagliare giornalmente il Popolo Inquinato sui mortali pericoli del rigassificatore.

Stavolta , come tutti ormai hanno ben capito, la battaglia si presenta molto più delicata del solito poiché in gioco c’è addirittura l'esistenza stessa di Priolo Gargallo come entità territoriale comunale. La costruzione del rigassificatore in questa zona industriale (INSICURA su tutti i punti di vista) avrà come conseguenza l'evacuazione di Priolo e dei suoi abitanti "senza alcun risarcimento" come avvenne per l'ex Marina di Melilli. Questa prospettiva, a mio avviso, frulla da parecchio tempo sia nella mente di Erg che nella mente del sindaco di Melilli (oggi, non a caso, assessore regionale all’Ambiente).

Quest’ultimo, eccessivamente campanilista, con la sparizione di Priolo quale entità territoriale potrebbe finalmente “sanare” quel maltolto al territorio melillese avvenuto con la creazione del novello Comune di Priolo nel 1979. Si darebbe anche la possibilità ad Erg di fare e disfare a proprio piacimento qualunque operazione in questo territorio. Come vedi il discorso si fa molto più complesso di quanto in realtà esso possa sembrare.

Per questi motivi e per evitare di perdere, in un soffio, tutto il nostro patrimonio e la nostra entità culturale, occorre sicuramente, come giustamente dici tu, la mobilitazione generale e non disordinate azioni che, spesso, vanno contro legge. Sorge però un problema: quale associazione ambientalista, o quale comitato cittadino, sarà capace di coordinare la legittima protesta del Popolo Inquinato?

Personalmente ho lanciato una proposta: “Erg risarcisca il Popolo Inquinato” per tutti i danni ambientali causati ai priolesi in quasi 50 anni di attività inquinante e che proseguono giornalmente e ininterrottamente con continui botti, odori molesti, fumi e fiamme. Si tratterebbe di una azione legale forte ed unica nel suo genere con la richiesta risarcitoria di UN MILIONE DI EURO A TESTA.
Altro che la costruzione del rigassificatore!!! Occorre passare alle vie legali che, alcune volte, sono migliori delle barricate.

Non disperdiamoci
Salvo Maccarrone, 01 novembre 2008


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008