PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

In questo momento vi sono 322 persone che leggono questa notizia.

Related Posts with Thumbnails

Lettera aperta al Governatore Lombardo sul Rigassificatore Erg-Shell di Priolo
Onorevole Governatore, Ella recentemente dal PalaMpa di Messina ha dichiarato di non avere pregiudiziali sul rigassificatore Erg-Shell di Priolo, purché vengano garantite due cose: sicurezza e convenienza per le casse siciliane.
Per quanto riguarda la sicurezza il rigassificatore insisterebbe nella zona industriale siracusana, riconosciuta ad elevato rischio di crisi ambientale, e verrebbe ad aggiungersi ad una serie di impianti pericolosi ed inquinanti, dove le emergenze più significative sono proprio quella ambientale e quella della sicurezza dei lavoratori e delle popolazioni residenti.

Invece di attuare il previsto Piano di Risanamento Ambientale, di ammodernare e mettere in sicurezza gli impianti pericolosi esistenti e di attuare una moratoria all’insediamento di nuovi impianti industriali, paradossalmente, proprio in questa area, si vuole installare un rigassificatore da 12 miliardi di m3/anno di metano.

E come la mettiamo con la navigazione nel porto di Augusta, con il suo auspicato rilancio e con la presenza della Marina Militare?

I cittadini delle province di Siracusa, Ragusa e Catania temono per la loro sicurezza malgrado le assicurazioni delle aziende che debbono realizzare l’impianto, mentre quelli di Priolo, in un recente referendum popolare, a grandissima maggioranza (98% dei votanti) hanno detto no a detto impianto.
Per quanto riguarda la convenienza per le casse siciliane le accise sui prodotti petroliferi dovrebbero restare in Sicilia, ed in Sicilia esistono 5 raffinerie, di cui tre nel siracusano una Esso e due Erg (solo queste ultime trattano 19 milioni di t/a di grezzo), e diverse centrali termoelettriche (la sola Erg produce oltre 2,4 GW). Trattasi di una ingente produzione di combustibili e di energia elettrica che, assieme al metano che arriva via tubo dall’Algeria e dalla Libia, per la maggior parte sono destinati al resto d’Italia.

Il rigassificatore dal punta di vista occupazionale, se si esclude il periodo di costruzione, a regime impiegherebbe poche decine di persone.
Pertanto dal punto di vista energetico l’Isola non necessita di altra energia e quindi il rigassificatore non è né necessario né conveniente.
Sarebbe più logico quindi costruire i rigassificatori in altri porti italiani, più vicini a zone a maggiore richiesta energetica, evitando così la costruzione di lunghi metanodotti.

Non vogliamo che in Sicilia e nel siracusano si continuino a privilegiare scelte dissennate, da terzo mondo, fatte solo per assecondare gli interessi di chi è abituato a svendere il nostro territorio o di chi lo considera colonia da sfruttare.
Il nostro è un appello a Lei, On. Presidente Lombardo, perché valuti l’opportunità di negare le autorizzazioni ad una industria ininfluente per l’economia siciliana e pericolosa anche se dovesse essere realizzata off-shore.
Augusta 28 ottobre 2008

Luigi Solarino
Presidente di Decontaminazione Sicilia


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008