PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Mentre tu hai una cosa, questa può esserti tolta. Ma quando tu la dai, ecco, l'hai data. Nessun ladro te la può rubare. E allora è tua per sempre (James Joyce).

Related Posts with Thumbnails

BOTTO ERG del 13 ottobre 2008 - Presa di posizione di Legambiente Sicilia


L’esplosione avvenuta il 13.10.2008 presso l’impianto IGCC della Isab Energy di Priolo (che per fortuna non ha causato vittime gravi tra i lavoratori) porta ancora una volta alla ribalta le questioni irrisolte del rischio industriale, la difficile convivenza tra la popolazione civile e gli stabilimenti industriali, le carenze nella gestione degli incidenti rilevanti e dell’applicazione della Direttiva Seveso con l’inadeguatezza dell’informazione verso le popolazioni esposte al rischio.



Questo ennesimo incidente – che si aggiunge alla lista di quelli avvenuti quest’anno a Milazzo e a Gela – dovrebbe ricordare a tutti che la dichiarazione di “Area ad elevato rischio di crisi ambientale” ed il Piano di Risanamento non hanno finora prodotto a Priolo e nelle altre aree industriali siciliane alcuna riduzione dei rischi né un potenziamento delle misure di controllo, informazione, prevenzione ed intervento. Appare poi paradossale che, in una situazione di rischio conclamato e permanente, si vogliano installare nell’area di Augusta / Priolo altri impianti (rigassifigatori, inceneritori e simili) a rischio d’incidente rilevante o – come suggerisce il Ministro per l’Ambiente, Stefania Prestigiacomo – centrali nucleari!



Troppo spesso, in simili occasioni, ci ritroviamo a sollecitare l’attenzione delle Istituzioni sulla necessità che si avvii seriamente un’efficace opera di bonifica, aggiornamento tecnologico e depotenziamento dei rischi.



Legambiente Sicilia nell’insistere a richiamare le aziende e le Istituzioni preposte alle loro responsabilità, chiede:
- che vengano effettuare approfondite indagini da parte della Commissione Grande Rischi per appurare le cause dell’esplosione ed evitare che si ripetano simili avvenimenti;



- che sia effettuato un monitoraggio per valutare la portata e le conseguenze delle emissioni e delle ricadute di particolato a seguito dell’avvenimento;



- che il Piano di Emergenza esterno sia ampiamente divulgato e vengano effettuate le necessarie esercitazioni con il coinvolgimento dei cittadini;
- che, così come prevede lo spirito e la lettera della dichiarazione di “Area ad elevato rischio di crisi ambientale”, venga posta una moratoria all’insediamento di ulteriori impianti ad elevato impatto ed a rischio di incidente rilevante.



14 Ottobre 2008

D.I.R.E. Legambiente Sicilia


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008