Crea sito

PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

È notoriamente inutile spiegare un concetto molto profondo ad individui troppo superficiali. (Salvatore Noschese)

Related Posts with Thumbnails

BOTTO ERG del 13 ottobre 2008 - Presa di posizione di Legambiente Sicilia


L’esplosione avvenuta il 13.10.2008 presso l’impianto IGCC della Isab Energy di Priolo (che per fortuna non ha causato vittime gravi tra i lavoratori) porta ancora una volta alla ribalta le questioni irrisolte del rischio industriale, la difficile convivenza tra la popolazione civile e gli stabilimenti industriali, le carenze nella gestione degli incidenti rilevanti e dell’applicazione della Direttiva Seveso con l’inadeguatezza dell’informazione verso le popolazioni esposte al rischio.



Questo ennesimo incidente – che si aggiunge alla lista di quelli avvenuti quest’anno a Milazzo e a Gela – dovrebbe ricordare a tutti che la dichiarazione di “Area ad elevato rischio di crisi ambientale” ed il Piano di Risanamento non hanno finora prodotto a Priolo e nelle altre aree industriali siciliane alcuna riduzione dei rischi né un potenziamento delle misure di controllo, informazione, prevenzione ed intervento. Appare poi paradossale che, in una situazione di rischio conclamato e permanente, si vogliano installare nell’area di Augusta / Priolo altri impianti (rigassifigatori, inceneritori e simili) a rischio d’incidente rilevante o – come suggerisce il Ministro per l’Ambiente, Stefania Prestigiacomo – centrali nucleari!



Troppo spesso, in simili occasioni, ci ritroviamo a sollecitare l’attenzione delle Istituzioni sulla necessità che si avvii seriamente un’efficace opera di bonifica, aggiornamento tecnologico e depotenziamento dei rischi.



Legambiente Sicilia nell’insistere a richiamare le aziende e le Istituzioni preposte alle loro responsabilità, chiede:
- che vengano effettuare approfondite indagini da parte della Commissione Grande Rischi per appurare le cause dell’esplosione ed evitare che si ripetano simili avvenimenti;



- che sia effettuato un monitoraggio per valutare la portata e le conseguenze delle emissioni e delle ricadute di particolato a seguito dell’avvenimento;



- che il Piano di Emergenza esterno sia ampiamente divulgato e vengano effettuate le necessarie esercitazioni con il coinvolgimento dei cittadini;
- che, così come prevede lo spirito e la lettera della dichiarazione di “Area ad elevato rischio di crisi ambientale”, venga posta una moratoria all’insediamento di ulteriori impianti ad elevato impatto ed a rischio di incidente rilevante.



14 Ottobre 2008

D.I.R.E. Legambiente Sicilia


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008