PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio! (Oscar Wilde)

Related Posts with Thumbnails

Le durissime reazioni del Comitato Melillese "No rigassificatore": "Il nostro Governo Nazionale ha dato la V.I.A. a 165 bombe atomiche da piazzare in uno dei posti più pericolosi della terra, sotto il sedere dei nostri figli".
AI NOSTRI CONCITTADINI E ALLA STAMPA

Raccolte 2510 firme a sostegno del referendum contro la costruzione del rigassificatore ERG-Shell (Ionio gas), in data 23/11/2007 il Comitato Melillese NO RIGASSIFICATORE le depositava al Comune di Melilli avanzando richiesta di indizione di referendum consulti-vo.

In data 05/12/07 la Commissione Tecnica del Comune di Melilli ammetteva a Referendum Consultivo la richiesta del Comitato.

Il 10/01/2008 il Comitato inoltrava al Presidente del Consiglio Comunale, a tutti i Consi-glieri Comunali e al Sindaco del Comune di Melilli una richiesta chiarimenti in merito all’iter del referendum senza ottenere risposta.

Il 20/02/2008 si rinnovava la richiesta senza ottenere risposta.

Il 05/03/2008 il Comitato segnalava i ritardi ingiustificati nell’iter del referendum consultivo sul rigassificatore Ionio Gas e le presunte omissioni di atti d’Ufficio del Consiglio Comunale di Melilli alla Procura della Repubblica di Siracusa, al Prefetto di Siracusa e, per conoscenza, al Presidente del Consiglio Comunale, a tutti i Consiglieri Comunali, al Sindaco e al Direttore Generale del Comune di Melilli, senza ottenere risposta da alcuno.

Il 15/03/2008 il Comitato inoltrava la stessa istanza Al Prefetto di Siracusa e allo Assessorato Regionale agli Enti Locali (e, per conoscenza, al Presidente del Consiglio Comunale, a tutti i Consiglieri Comunali, al Direttore Generale, e al Sindaco del Comune di Melilli) con richiesta di scioglimento del Consiglio Comunale per inadempienza concretizzante omissione di atti d’ufficio, senza ottenere risposta alcuna da parte delle Istituzioni interpellate.

A tutt’oggi nessuna delle Istituzioni cui il Comitato si è rivolto per tutelare e difendere gli interessi di vita dei Cittadini Melillesi pare “aver ricevuto” le lettere delle quali conserviamo regolari ricevute di ritorno.

Analoghe comunicazioni in merito all’oggetto sono state inoltrate a Camera del Senato, dei Deputati, al Presidente della 14° Commissione Ambiente, e ai Ministeri dell’Ambiente, Salute e delle attività produttive, senza ottenere risposta alcuna.

Oggi veniamo a sapere che il Ministero dell’Ambiente (l’attuale Ministro è la siracusana Prestigiacomo Stefania) ha dato la V.I.A. (valutazione di impatto ambientale) per il rigassificatore.

Ignorato il risultato del Referendum dello scorso 2007 con cui la cittadinanza di Priolo ha espresso la sua opposizione alla costruzione dell’impianto.
Ignorata la mozione del Consiglio Provinciale di Siracusa con cui si esprimeva parere negativo all’impianto.

Ignorata la volontà che i Melillesi hanno chiesto di esprimere senza ottenerlo grazie al comportamento omissivamente noncurante dei proprii amministratori.

Ignorato il pericolo mortale che l’impianto farebbe pendere su centinaia di migliaia di persone.

Ignorate le istanze di un Comitato Cittadino che, ben lungi dall’occuparsi di politica intende solo difendere la vita.

Oggi una stampa che durante tutta la vicenda si è dimostrata mercenariamente partigiana nei confronti dei forti poteri economici, ci chiede un commento sull’accaduto.

Ebbene, visto che le popolazioni sono così ingenue ed apatiche da permettere (ed anzi desiderare) di essere governate da chi non tiene in alcun conto la loro stessa sopravvivenza, vuol dire che gli uomini che le costituiscono sono così ottusi da meritare non una democrazia (che infatti non esiste) ma una sana dittatura che li guidi a suon di sferzate.

Quanto oggi accade dimostra due cose:

1) siamo in regime dittatoriale
2) la dittatura cui siamo sottoposti, dal momento che antepone l’interesse economico del singolo, alla stessa vita della popolazione, è tutt’altro che sana.

Purtroppo oggi chi “entra” in “politica” (la minuscola è al suo posto) lo fa solo nella speranza di “riuscire” (leggi: essere eletto) per poter essere corrotto da qualcuno.
Corruzione, è inutile spiegarlo, significa soldi, favori, vantaggi, privilegio nei confronti dell’uomo comune che lavora.

Ecco il risultato del “lavoro” dei nostri politici dal più basso al più alto in carica.

Questo merita chi finge di non capire come realmente funziona il sistema.

Il nostro Governo Nazionale ha dato la V.I.A. a 165 bombe atomiche da piazzare in uno dei posti più pericolosi della terra, sotto il sedere dei nostri figli.

Ora vedremo cosa farà il neo-governatore della Regione Siciliana.

Raffaele Lombardo ha manifestato fino alla nausea contro il rigassificatore; ora vedremo se manterrà le promesse o se si concederà un po’ di riposo guardando qualche programma alla TV (magari dal titolo “OK, il prezzo è giusto!).

Oltre quello che il Comitato ha fatto finora non resta che la rivolta popolare, ma noi preferiamo continuare a sperare che da qualche parte sia nascosta la democrazia e continueremo a cercarla anche se sempre più realistico suona l’antico detto:

Al suon della moneta tremano le colonne
perdon la fede i giudici e l’onestà le donne

15 maggio 2008
COMITATO MELILLESE NO RIGASSIFICATORE


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008