PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Vivi la vita così come puoi, perchè come vuoi non puoi. (Jim Morrison)

Related Posts with Thumbnails

VIDEO SUI DISASTRI AMBIENTALI - Priolo, occorre rivedere l'inquietante interconnessione Erg
A Priolo è ancora inquietante la questione della Interconnessione tra le raffinerie Erg nord e sud. Non è stato concesso ai cittadini di Priolo di esprimere il loro parere, attraverso un referendum cittadino, per evitare di massacrare una zona paesaggisticamente rilevante (Monti Climiti) e l'interconnessione venne realizzata in barba a 12 mila abitanti che vennero pure derisi da esponenti industriali.



Il servizio dell'emittente televisiva "La7", egregiamente sviluppato da Marco Lanza e che qui proponiamo nella sua intierezza, traccia il fosco quadro registrato prima che venisse realizzata l'interconnessione ErgMed.
A rendere il quadro ancora più fosco sono le spocchiose argomentazioni di Aldo Garozzo, amministratore delegato ErgMed, le quali impongono a tutti i cittadini la riapertura del "caso" per imporre alla Erg un altro percorso smantellando così tutte quelle tubazioni sotterrennee che hanno deturpato la zona pedemontana di un'immacolato ecosistema appartenente al Monte Climiti, peraltro tutelato paesaggisticamente.

Ecco le argomentazioni spocchiose di Aldo Garozzo:
"La richiesta che noi abbiamo fatto alla Regione Siciliana ci indica come luogo dove passare la fascia degli oleodotti a monte della zona industriale. L'alternativa a valle, che alcuni paventano come una alternativa reale, secondo il nostro punto di vista non è realizzabile perché va ad impattare con una zona archeologica, con una zona ambientale e, tra l'altro, va ad occupare una fascia che è in via di dismissione dal punto di vista industriale per restituire i terreni al Comune di Priolo".

La verità è che la zona a valle è talmente satura di tubi, una ragnatela ignota perfino agli industriali, fradicia e da cui il sottosuolo viene inondato di giornalieri veleni. Altro che zona archeologica o ambientale!!! Aprire quelle trincee significherebbe far drizzare i capelli alla magistratura che imporrebbe l'immediata bonifica, Quindi l'Erg ha fatto di tutto affinché si andasse a massacrare un'area che sinora si era mantenuta immacolata dagli attacchi dei colonizzatori industriali.

Ad aggravare le situazioni si ci mette pure una classe dirigenziale e politica, che opera nel municipio di Priolo e pagata con i soldi dei priolesi inquinati e mazziati, che appare estranea alla realtà di Priolo. Questa gente sta provocando danni irreparabili a Priolo e a tutti i suoi cittadini perchè fa finta di non comprendere i quotidiani disagi di una popolazione costretta a vivere addossata ad uno dei poli petrolchimici più inquinanti di Europa e tratta le questioni ambientali come se si operasse in una realtà "normale".

Salvo Maccarrone, 15 maggio 2008


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008