PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Le promesse, in politica, si possono anche non mantenere, ma bisogna saperle fare (Roberto Gervaso).

Related Posts with Thumbnails

NO RIGASSIFICATORI - L'assessorato regionale al Territorio e Ambiente avrebbe valutato positivamente la bomba atomica che si vorrebbe installare a Porto Empedocle, a due passi dalla Valle dei Templi
La notizia lascia senza fiato i siciliani onesti. Gli Uffici dell’Assessorato regionale al Territorio ed Ambiente, retto politicamente dall’Assessore Rossana Interlandi (nella foto), esponente del MPA di Raffaele Lombardo, avrebbero valutato positivamente, nell’ambito del procedimento amministrativo riguardante la VIA nazionale, l’opera di Porto Empedocle. Confermerebbe tale stomachevole notizia il resoconto stenografico della seduta dell'Assemblea regionale siciliana del 22 gennaio 2008. L'assessore Regionale Rossana Interlandi, nota per la sua appassionata difesa della popolazione di Priolo minacciata dalla ipotesi del rigassificatore Ioniogas, dice che è tutto falso. A chi credere?

Nel resoconto stenografico d'aula della seduta dell'altro ieri (22 gennaio 2008) si legge che l’Assessore Interlandi risponde a due interrogazioni sul rigassificatore di Porto Empedocle. Scorrendo i documenti si evincerà che il parere alla VIA (Valutazione di impatto Ambientale) è positivo.

Di seguito il resoconto stenografico:

Assemblea Regionale Siciliana
INDICE
Assemblea regionale siciliana
(Comunicazione delle determinazioni della Conferenza dei Presidenti
dei Gruppi parlamentari)
Disegni di legge
(Annunzio di presentazione)
(Annunzio di presentazione e contestuale invio alle competenti Commissioni)
Interrogazioni
(Annunzio di risposte scritte)
(Annunzio)
Missioni
Mozioni
(Annunzio)
ALLEGATO:
Risposte scritte ad interrogazioni
- da parte dell’Assessore per il territorio e l’ambiente:
numero 528 dell’onorevole Fleres
numero 1052 dell’onorevole Borsellino

Assemblea Regionale Siciliana
BORSELLINO. «Al Presidente della Regione, all'Assessore per il territorio e l'ambiente e all'Assessore per i beni culturali ed ambientali e per la pubblica istruzione, considerato che:
l'Enel intenderebbe realizzare un rigassificatore nell'area antistante il porto del comune di Porto Empedocle (AG);
l'80% del fabbisogno di gas è concentrato nel nord Italia, viceversa la maggior parte degli impianti sembra sarà realizzato al sud;
l'area individuata per la realizzazione dell'impianto di cui sopra risulterebbe incompatibile con qualsiasi insediamento industriale, in considerazione che la stessa si trova sotto l'altopiano su cui sorge il parco pirandelliano e dista circa un chilometro dal confine sud-occidentale del Parco della Valle dei Templi, dichiarato - come è noto - patrimonio dell'Umanità;
preso atto che i rigassificatori sono impianti ad altissima intensità di capitali, ma a bassissima intensità occupazionale;
considerato che una simile scelta finirebbe con il pregiudicare la naturale vocazione turistica di quel territorio, compromettendo, in maniera certa e, forse, definitiva, un diverso sviluppo dell'economia locale;
per sapere quali iniziative intendano porre in essere per salvaguardare e tutelare il territorio di cui sopra e per difendere, altresì, gli interessi economici e produttivi di quell'area, i quali, viceversa, dovrebbero essere indirizzati nell'ambito della valorizzazione dell'industria turistica, che ben diversi benefici, anche sotto il profilo occupazionale, produrrebbe per l'intera regione».
(1052)

Risposta. «In merito a quanto richiesto dall'interrogante con l’interrogazione n. 1052, si allega copia della nota prot. n. 926 del 18 ottobre 2007 del Dipartimento Territorio e Ambiente Area 3, giusta delega alla risposta da parte della Presidenza regione Sicilia – Segreteria Generale con nota prot. n. 1726/in. 14 del 17 maggio 2007, che riporta la copia della nota prot. n. 372 del 31 luglio 2007 del Servizio 3 – Tutela dell'inquinamento atmosferico e la copia della nota prot. n. 1382 del 31 luglio 2007 del Servizio 2 V.A.S. – V.I.A. di questo Assessorato».
L’Assessore INTERLANDI


REPUBBLICA ITALIANA
Regione Siciliana
ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE
Dipartimento Territorio ed Ambiente
Area 3
Prot. n. 929 Palermo, 18 ottobre 2007
Oggetto: Interrogazione parlamentare n. 1052 (on. Rita Borsellino).
Allegati 1
Al Capo di Gabinetto dell’On. Assessore T.A.
Sede
Si trasmette la nota del Servizio 2 V.A.S.-V.I.A. prot. n. 1382 del 31/07/2007 e la nota del
Servizio 3 prot. n. 372 del 31/07/2007, in risposta all’interrogazione indicata in oggetto.
Il Funzionario Direttivo
(geom. Giovanni Messina)


REPUBBLICA ITALIANA
Regione Siciliana
ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE
DIPARTIMENTO TERRITORIO ED AMBIENTE
SERVIZIO 2 V.A.S. – V.I.A.
U.O. Opere Marittime, Portuali e Civili in genere
Prot. n. 1382 del 31 luglio 2007
OGGETTO: Interrogazioni parlamentari n. 1052 dell'on. Rita Borsellino e n. 684 dell'on. Di Benedetto circa la realizzazione di un rigassificatore nelle aree antistanti del Porto di Porto Empedocle (AG).

Al Dirigente Generale DTA
SEDE
Con riferimento alle interrogazioni parlamentari richiamate in oggetto, circa la realizzazione di un rigassificatore nelle aree antistanti del Porto di Porto Empedocle (Ag), si riferisce quanto segue.
Il progetto in questione, proposto dalla Soc. Nuove Energie s.r.l. e per il quale è stata attivata procedura di V.I.A. Nazionale ex art. 6 L. 349/86, prevede la realizzazione di un impianto di rigassificazione di GNL (Gas Naturale Liquefatto) in grado di "stoccare" 8 miliardi di metri cubi di gas in depositi interrati, lì convogliato tramite navi metaniere provenienti dai paesi estrattori o infrastrutture in grado di liquefare il gas estratto dai giacimenti;
le stesse attraccherebbero nel porto di nuova realizzazione previsto nel medesimo progetto.
La scelta del sito è stata effettuata dalla società committente anche in considerazione della presenza, nelle immediate vicinanze, del terminale del gasdotto proveniente dal continente africano, ove convogliare il metano rigassificato e che si sviluppa sino all'Italia settentrionale.
Inoltre, il porto di Porto Empedocle, per i suoi fondali e per la presenza di un'area industriale proprio alle spalle del sito interessato, è stato ritenuto, dal proponente, idoneo all'insediamento in progetto.
Il gas trasportato a mezzo nave viene liquefatto nel sito di partenza a temperature nettamente inferiori allo zero termico. Nel punto di arrivo (Porto Empedocle) si procede alla procedura inversa (riscaldamento per sottrazione di frigorie per conduzione di calore dalle acque marine) al fine di poter immettere il gas in fase aeriforme nelle esistenti condotte di trasporto. Come sottoprodotto indiretto del processo di rigassificazione viene ottenuta una notevole quantità di frigorie che è previsto vengano parzialmente utilizzate per creare una filiera del freddo nell'area ASI di Porto Empedocle limitrofa all'area in oggetto con possibile incremento dell'occupazione derivante dalle possibili nuove iniziative economiche (già individuate tramite apposito accordo di programma tra Consorzio ASI di Agrigento, Soc. Nuove Energie e soggetti interessati) da poter attivare nel settore del freddo.
L'impianto in se stesso sarà costituito da n. 2 serbatoi completamente interrati che non produrranno alcun tipo di impatto visivo e paesistico a meno delle cupole di copertura dei serbatoio stessi e delle zone destinate ad ufficio e servizi.
Dal punto di vista ambientale l'intervento proposto è apparso plausibile, nonostante il consumo di gas sia preponderante nella parte settentrionale dell'Italia, in quanto dalla sua realizzazione si otterrà un vantaggio notevole dovuto all'eliminazione del trasporto navale del GIN-L e delle conseguenti emissioni di inquinante da esso determinate, nonché, come già riportato, per la presenza delle condutture del trasporto del gas verso la distribuzione.
Relativamente poi alla rilevanza turistica della zona d'intervento, si rappresenta che la stessa è ubicata in un'area ASI il cui PRG è stato già approvato e risulta quindi vigente, a seguito dei nulla osta positivi, compresi quelli di natura ambientale e paesistici, espressi dagli Enti competenti in materia.
Infine, si riferisce che il progetto in questione, esibito dalla Soc. Nuove Energie s.r.l., nell'ambito della procedura di Via Nazionale, è stato giudicato, da questo Assessorato positivamente, con proposta di prescrizione, per gli aspetti ambientali legati alla realizzazione dell'impianto.
Il competente Ministero dell'Ambiente ha quindi espresso parere favorevole, ai sensi dell'art. 6 della L. n. 349/86, sulla parte del progetto relativa all'impianto ricadente a terra, stralciando dallo stesso, per verifiche di compatibilità con i vigenti strumenti di pianificazione del porto di Porto Empedocle, la parte relativa all'attracco marittimo ed in generale le opere off-shore.
In conclusione, si ritiene di avere esaurientemente risposto ai punti sollevati dagli onorevoli interroganti ribadendo la validità ambientale ed occupazionale del progetto esibito.
IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO
(ing. Vincenzo Sansone)




REPUBBLICA ITALIANA
Regione Siciliana
ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE
DIPARTIMENTO TERRITORIO ED AMBIENTE
SERVIZIO 3
TUTELA DELL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO
U.O. 3-1 “Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera”
Prot. n. 372 del 31/07/2007
OGGETTO: Interrogazione parlamentare n. 1052 (on.le Borsellino Rita) circa la paventata realizzazione di un rigassificatore nell'area antistante il porto del Comune di Porto Empedocle, ed interrogazione parlamentare n. 933 (on.le Panarello Filippo) interventi immediati per il rilascio delle autorizzazioni da parte della Regione alla centrale Termoelettrica Edipower di S. Filippo del Mela (ME) per l'adeguamento ambientale dei 4 gruppi da 160 MW.
AL DIRIGENTE GENERALE
SEDE
Con riferimento alle interrogazioni in oggetto, e per quanto agli atti di questo Ufficio, si comunica che risulta che gli impianti di cui trattasi sono sottoposti ad A.I.A. ai sensi del Dlgs 59/05, e pertanto il parere relativo all'autorizzazione di questo Servizio sarà rilasciata in sede di apposita conferenza dei servizi.
In particolare, per ciò che attiene la centrale termoelettrica Edipower, risulta che l'Assessorato dell'Industria ha rilasciato, con D.R.S. n. 992 del 15/06/07, l'autorizzazione a realizzare le modifiche richieste relative al "Progetto di Riqualificazione Ambientale" sui gruppi 1, 2, 3 e 4 da 160 MW, ubicati presso la centrale termoelettrica di San Filippo del Mela (ME).
IL DIRIGENTE DELL’U.O.
(dott. A. Cutaja)

Salvo Maccarrone
Priolo, 24 gennaio 2008




Scarica
il resoconto stenografico in PDF


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008