PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Non è la libertà che manca, mancano gli uomini liberi.

Related Posts with Thumbnails

Come mai è da 2000 anni che qualcuno, da nord, cerca sempre di impossessarsi del Sud? PERCHE' NON CI MOLLERANNO MAI?
Ringraziamo di vero cuore Davide Cristaldi del Comitato Neoborbonico della Sicilia, per avere aderito alla nostra richiesta di una analisi storica della Sicilia. Per rendere più comprensibile il suo lavoro, che ha titolato "Perchè non ci molleranno mai", l'amico Davide ha voluto dividerlo in due parti. Nella prima parte si produce in una attenta e lucida analisi storica dimostrando come la Sicilia e il Sud Continentale "non sono luoghi in cui la povertà è un fenomeno irrimediabile, ne di lunga data, anzi le nostre terre hanno da sempre delle potenzialità economiche maggiori di altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo".
La seconda parte sarà invece rivolta all'epoca attuale e tratterà sulle potenzialità logistiche e le ricchezze naturali della Sicilia e del sud Continentale con un parentesi per Priolo.



PERCHE' NON CI MOLLERANNO MAI (Prima parte).


Vi siete mai chiesti perchè i greci sbarcarono a Naxos, nei pressi di Taormina e non a Rimini?
E perchè Ancona è una colonia siceliota e non è stata fondata, che so?dagli etruschi?
E come mai le 3 capitali dell'antichità risiedono tutte al centro-sud?
Siracusa(periodo greco), Roma (periodo romano), Palermo (periodo medioevale con Federico II di Svevia).
E come mai i barbari venivano sempre dal nord? (e per "barbari" s'intendevano proprio i popoli del nord)
Come mai è da 2000 anni che qualcuno, da nord, cerca sempre di impossessarsi del Sud?

Ce lo siamo chiesti anche noi del Comitato ed abbiamo provato a darci delle risposte, ma prima è stata necessaria una profonda riflessione:

Il Sud Italia o Ex Regno delle Due Sicilie ed in particolar modo la Sicilia, è per motivi climatici, strategici e culturali, il territorio più ricco d'Italia e dell'intero mediterraneo.
Come è possibile allora che l'economia della parte più bella e ricca d'Italia è oggi a dir poco catastrofica?

Dobbiamo sapere che durante il Regno delle Due Sicilie, l'economia siciliana era piuttosto florida.
Si contavano numerose industrie e soprattutto l'agricoltura, oggi inesistente, contribuiva in maniera rilevantissima all'export nazionale.
Le industrie cotoniere di Leonforte e Trapani, producevano un'enorme quantità di prodotto che veniva venduto in tutta la Sicilia ed era molto apprezzato anche all'estero.


vedi documento


Ai più forse suonerà strano sapere che durante il Regno delle Due Sicilie, e finchè esso durò, la Sicilia fosse la prima regione produttrice di cotone.
Ma non solo cotone, anche lino, canapa, riso e seta.


vedi documento


In realtà questi prodotti venivano coltivati da secoli in Sicilia, tant'è che influenzarono anche la toponomastica e la cucina della nostra regione.
Così abbiamo nei pressi di Zafferana Etnea(CT) un comune che si chiama "Linera", mangiamo gli arancini di "riso" e la "granita ai gelsi" è una prelibatezza, ma le foglie di gelso sono nella catena alimentare dei bachi da seta...

Anche l'industria siderurgica era di primo livello in Sicilia, prova ne è la Real Fonderia Oretea di Palermo, di proprietà dei Florio, che fino al 1870 dava lavoro a più di 700 operai.


vedi documento


Nei musei marittimi di tutta Europa è ancora oggi possibile ammirare manometri, pressometri, pressostati ed altri strumenti di precisione per macchine a vapore prodotti nella efficiente fonderia palermitana.

E stiamo volutamente sorvolando sulle risorse sulfuree, che facevano della Sicilia l'Eldorado dell'Ottocento, e che il nostro re Ferdinando II fece di tutto per proteggere dalle mire straniere (inglesi e francesi) e usare come fonte di benessere locale.

Se con il Regno delle Due Sicilie l'economia era florida, lo stesso non si può dire con il Regno d'Italia: tutte le realtà imprenditoriali della nostra isola, e della parte continentale dell'ex Regno, furono in un modo o nell'altro contrastate e costrette alla chiusura, a vantaggio del triangolo industriale del settentrione.
Ecco perché è proprio dopo l'unità d'Italia che inizia la famosa Emigrazione Meridionale, qualcosa che le nostre terre in 2000 anni di storia mai avevano conosciuto!

Anzi, il Sud era sempre stato paese di immigrazione, come ci racconta questo intelligente giornalista svizzero in una sua inchiesta che racconta le esperienze dei tanti svizzeri che lasciarono la terra elvetica per cercare fortuna nella dinamica realtà economica del Regno delle Due Sicilie.
E insieme agli svizzeri, altri immigranti con spirito imprenditoriale si muovevano da tutta Europa verso l'Italia meridionale.


vedi documento


D'altronde, chi come me è di Catania, conoscerà sicuramente la prestigiosissima "Pasticceria Svizzera".


FINE PRIMA PARTE


Davide Cristaldi
Comitato Neoborbonico della Sicilia

25 settembre 2007


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008