PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

L'abilità politica è l'abilità di prevedere quello che accadrà domani, la prossima settimana, il prossimo mese e l'anno prossimo. E di essere così abili, più tardi, da spiegare perché non è accaduto (Winston Churchill).

Related Posts with Thumbnails

NO RIGASSIFICATORE ERG/SHELL - Un mese dopo il referendum di Priolo si registrano novità da parte del Governo Nazionale
Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comuncato stampa del segretario provinciale del Mpa, Salvo Sorbello:

"E’ passato solo un mese dal referendum contro il rigassificatore di Priolo Gargallo, che ha visto, in maniera per molti inaspettata, la grande maggioranza dei cittadini priolesi recarsi alle urne per dire No ad un impianto pericoloso, e qualcuno vorrebbe già liquidare questa straordinaria ed inequivocabile espressione democratica della volontà popolare come un semplice “incidente di percorso”, da tenere in scarsa considerazione.

Eppure, la Commissione Europea ha fatto rilevare che a proposito del rigassificatore di Brindisi, “che ricade nel campo di applicazione della direttiva Seveso”, si sia proceduto “senza che fosse data alla popolazione la possibilità di esprimere il proprio parere” ed il Governo è stato di conseguenza costretto ad avviare subito il procedimento di sospensione dell’efficacia dell’ autorizzazione alla costruzione ed all’esercizio, rilasciata il 21 gennaio 2003, dell’impianto pugliese.

"Per tanto, troppo tempo, nella nostra provincia abbiamo dovuto subire scelte adottate altrove. Così abbiamo assistito all’insediamento di impianti che hanno purtroppo causato danni gravissimi all’ambiente ed alla nostra salute (basti pensare all’Eternit), senza che ci fosse accordata la possibilità di esprimere la nostra opinione. Eppure, era la nostra costa ad essere violentata dalle chiazze di petrolio, l’acqua limpida del nostro mare ad essere mescolata con il mercurio, l’aria che respiriamo ad essere ammorbata da fetide esalazioni, le nostre falde d’acqua potabile ad essere spremute, mentre dai nostri rubinetti esce qualcosa d’imbevibile che ci costringe ad acquistare quantità incredibili di bottiglie di minerale.

"Beninteso, nessuno pensa di poter criminalizzare il passato: le responsabilità sono di tanti, soprattutto di quelli che sapevano o che potevano impedire questo scempio ma che, servendosi del ricatto occupazionale (o il lavoro o la vita!) hanno consentito che tutto ciò avvenisse.

"Ora qualcosa sta finalmente cambiando, in tutto il pianeta ed anche a casa nostra. Si sta affermando una nuova coscienza sociale, ed il risultato del referendum di Priolo di un mese fa ne è la dimostrazione palese.

"In piena estate circa seimila priolesi sono andati alle urne per affermare chiaro e tondo il loro no ad un impianto, il rigassificatore, che è giustamente ritenuto potenzialmente pericoloso, in una zona che è già a rischio. La nostra provincia è stata considerata la pattumiera d’Italia: ora vanno affrontate prioritariamente tutte le problematiche relative alla sicurezza, per evitare ulteriori rischi per la salute dei cittadini.

"La Ionio Gas, dopo un silenzio durato alcuni anni, si dichiara disponibile (bontà sua!) a chiarire, spiegare, dialogare. Ci chiediamo come mai non abbia pensato di farlo nel passato, visto che il progetto del rigassificatore risale a parecchio tempo fa. E ci chiediamo anche come mai i grandi vantaggi per la popolazione che deriverebbero dall’installazione del rigassificatore non siano stati pubblicizzati in precedenza. Anzi, la Ionio Gas, non dimentichiamolo, si è opposta in sede giudiziaria anche allo svolgimento del referendum.

Noi siamo convinti, oggi più di prima, che il rigassificatore risponda solo ad interessi privati, legittimi beninteso ma privati. Molte delle istanze per realizzare rigassificatori in Italia, come ha denunciato la trasmissione Report della Rai, sono presentate da società straniere che vorrebbero venire da noi a fare magazzino. Tutto questo mentre l’Europa sta sviluppando sempre di più le fonti energetiche alternative. Quelle che non lasciano poi ai figli brutte eredità!

E come commentare gli ultimi dati sui blackout, che confermano, incredibilmente, che la Sicilia, pur producendo più energia rispetto a quella che consuma ed esportando il resto nelle altre regioni italiane, ha subito nel 2006 il maggior numero di interruzioni lunghe di energia elettrica rispetto a tutto il territorio nazionale?

"Non dimentichiamo, ed i cittadini di Priolo hanno dimostrato di averlo compreso molto bene, che il rigassificatore risponde ad un interesse privato, mentre i rischi sono per tutti. Ed è evidente che in questi casi, in cui i profitti sono per pochi mentre i costi ed i rischi sono invece di tutti, c’è qualcosa che non funziona".

Siracusa, 20 agosto 2007
Salvo Sorbello
Segretario Provinciale Mpa Siracusa


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008