PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Il palazzo è un simbolo, come lo è l'atto di distruggerlo. Sono gli uomini che conferiscono potere ai simboli. Da solo un simbolo è privo di significato, ma con un bel numero di persone alle spalle far saltare un palazzo può cambiare il mondo.

Related Posts with Thumbnails

CALDO AFRICANO - INFERNO A PRIOLO E MELILLI
Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato stampa inviatoci da Melilli dal consigliere provinciale dell'Udc, Sebastiano Cannata.

"MELILLI (SR) – 27/06/2007: Paurosi incendio si sono sviluppati nel territorio di Melilli ed al confine con Priolo.

Un vasto e pauroso incendio nella giornata del 25/06/2007, di cui non è certa la natura (dolosa, colposa o accidentale), si è sviluppato nel territorio di Melilli all’altezza dello svincolo tra la S.P.95 e la viabilità denominata ex ASI (che definirei provocatoriamente Terra di Nessuno), ed ha poi interessato un tratto della SR-CT e per intero lo svincolo denominato “Asse di penetrazione Melilli” e “Autoporto – Torre Icam” in direzione della zona industriale di Priolo Gargallo.

Le cause della facile propagazione delle fiamme sono molteplici e si possono attribuire sicuramente alle temperature torride ed al vento caldo degli ultimi giorni ma è indubbio che le stesse si siano estese così velocemente alle campagne circostanti favorite dalle sterpaglie che da mesi giacciono ai margini delle strade provinciali e statali. Quest’anno, infatti, come già evidenziato ed anticipato dal sottoscritto, in un’apposita interrogazione indirizzata al Presidente della Provincia Bruno Marziano (prot. Prov. Reg.le di SR n.32.000 del 06/06/2007), all’Assessore provinciale alla viabilità Carmelo Spataro (prot. n.32.003 del 06/06/2007) ed al Presidente di Siracusa Risorse Giuseppe Impallomeni (via fax), si registra un notevole ritardo (quasi 3 mesi) del diserbo dei margini delle strade, negligenza che va attribuita alla Provincia Regionale di Siracusa per le strade provinciali ed all’ANAS per quelle statali ed in particolare per il tratto principale della ss 114 SR-CT ove gli oleandri ed altre vegetazioni invadono le carreggiate.

Gli organi preposti allo spegnimento (Vigili del Fuoco, Protezione Civile, squadre di volontari, canad-air, ecc) hanno dovuto lavorare per ore prima di spegnere tutti i focolai. Divorati dalle fiamme alberi di ulivo secolari, di carrubo, di agrumi, ecc.

Il paradosso è che a seguito di questi roghi non c’è più bisogno del diserbo in tali zone e se da un lato è migliorata la visibilità, dall’altro, la distruzione dei numerosissimi segnali stradali presenti, creerà ulteriori pericoli alla già fatiscente viabilità;

E mentre altri incendi come questo divoreranno altre fette di territorio, ad oggi, non si sa ancora quando partirà, coordinato dalla società SIRACUSA RISORSE, il servizio di diserbo sulle strade provinciali.

Nella giornata di ieri (26/06/2007), poi, altri incendi si sono sviluppati nella zona della diga Ogliastro (Melilli) e nelle immediate vicinanze del reparto SG-10 della raffineria ERGMed impianti nord, fiamme che dai margini della SP95 hanno poi interessato pericolosamente per ore i confini dello stabilimento di Priolo.
E’ ovvio che se non c’è prevenzione, piccoli focolai si possono trasformare in poco tempo incendi ingestibili!".

27 giugno 2007

Le foto del pauroso e disastroso
incendio



Cliccare qui



 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008