PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Il palazzo è un simbolo, come lo è l'atto di distruggerlo. Sono gli uomini che conferiscono potere ai simboli. Da solo un simbolo è privo di significato, ma con un bel numero di persone alle spalle far saltare un palazzo può cambiare il mondo.

Related Posts with Thumbnails

NO RIGASSIFICATORE ERG/SHELL - Il Comitato cittadino respinge l'arroganza della Erg
Nel respingere l'arroganza di Erg, inquinatrice del territorio di Priolo e che vorrebbe mettere un bavaglio ai priolesi, il Comitato cittadino pro referendum contro il rigassificatore Erg/Shell, informa che il 7 giugno 2007 ben cinque avvocati difenderanno i priolesi al Tar di Catania. Il Comitato informa altresì che sta verificando la possibilità di celebrare comunque un referendum informale con la stampa di schede fac-simile.



Di seguito il comunicato stampa integrale trasmessoci dal coordinatore del Comitato cittadino contro il rigassificatore Erg-Shell, Angelo Musumeci:

"Nella seduta del consiglio comunale del 13 Aprile 2007 venne accolta la richiesta d’indizione di un referendum consultivo, con il seguente quesito, volete che sia costruito un rigassificatore nella zona industriale di Priolo - Melilli - Augusta ? fissando la data del 10 Giugno 2007 su proposta da circa 1500 cittadini e dal comitato cittadino priolese pro referendum, che da diversi mesi si oppone alla costruzione dell’impianto di rigassificazione della Ionio gas che lo vuole realizzare nel petrolchimico.

Il 16 Aprile 2007 la Ionio gas fa pubblicare un Avviso Pubblico nel quotidiano la Sicilia “ richiesta di pronuncia di compatibilitĂ ambientale del Ministero dell’ Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero delle AttivitĂ Culturali e della Regione Siciliana. Ai sensi dell’art. 6 della legge 349/86 e s. m. i. e consultazione della popolazione ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs.334/99 e s. m. i. Progetto per la realizzazione di un terminale di ricezione,stoccaggio di gas GNL nel polo industriale di Melilli-Augusta-Priolo Gargallo (SR).”

Il 11 Maggio 2007 una delegazione del comitato cittadino si reca all’ Assessorato Territorio e Ambiente della regione Siciliana per esaminare il voluminoso incartamento del rigassificatore ma quei faldoni non erano stati toccati da nessuno nonostante che, entro il 16 Maggio, occorreva presentare pareri e osservazioni alla richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale del rigassificatore nel petrolchimico di Priolo (Avviso Pubblico). Puntualmente il comitato cittadino, il circolo Tommaso Gargallo, il circolo Anatroccolo Legambiente di Priolo, hanno presentato pareri e osservazioni con le relative raccomandate con ricevute di ritorno.

Il 14 Maggio 2007 riceviamo la notifica ufficiale chela Ionio gas ha presentato ricorso al TAR contro il Comune di Priolo G. e nei confronti di Angelo Musumeci nella sua qualitĂ di coordinatore del comitato cittadino priolese pro referendum per l’annullamento, previa, sospensione, della delibera del Consiglio Comunale n. 23 del 13 Aprile 2007. “che aveva indetto il referendum per il 10 Giugno 2007”

Le ragioni della ferma opposizione alla realizzazione del progetto della Ionio gas srl che vuole costruire un Rigassificatore che movimenterà 12 miliardi di m3 di gas metano annuo con 3 serbatoi di stoccaggio di 150.000 m3 cadauno, non sono dettate né da temerarietà né da irragionevolezza né da dispute locali di carattere politico-amministrativo, ma crediamo siano, anzi, manifestamente fondate da rilevanti preoccupazioni, dovute al fatto che gli impianti del petrolchimico appaiono, anche ad un occhio poco esperto, obsoleti, desolanti e poco sicuri ; lo dimostrano in modo incontrovertibile i continui fuori servizi, che contribuiscono all’innalzamento del livello d’inquinamento, cui le popolazioni del triangolo industriale che sono costrette a subire, i numerosi incidenti,che si verificano con frequenza; alcuni dei quali non vengono portati a conoscenza della popolazione interessata o passano in sordina per poi finire nel dimenticatoio, altri riempiono le prime pagine dei TG e dei quotidiani, che a sua volta non approfondiscono con normali servizi o inchieste sulla reale condizione di sicurezza degl’impianti di tutta la zona industriale.

Il 7 Giugno 2007 al TAR, il Comitato Cittadino Priolese pro referendum sarà assistito dallo studio dell’Avv. Messina, Avv. Giuseppe Calamaro, Avv. Luigi Borgia, Dott. Michele Dell’arte in collaborazione dell’Avv. Rosa Maria Ballacchino

Il comitato cittadino sta verificando la possibilità di celebrare comunque un referendum informale, con la stampa di schede fac-simile con lo stesso quesito, dove sarà presente un SI e un NO per poi depositarle nelle urne sigillate. Questo per respingere l’arroganza di chi non vuole fare esprimere i cittadini attraverso il libero esercizio del voto popolare.

Il coordinatore Angelo Musumeci".

04 giugno 2007


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008