PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e andò ad aprire e vide che non c'era nessuno. (Martin Luther King)

Related Posts with Thumbnails

Niente referendum per il rigassificatore Erg-Shell - Grande agitazione nel Comitato cittadino - Stamani ritorna in piazza l'uomo sandwich
Una classe dirigenziale estranea alla realtà di Priolo, perché residente in altri comuni, sta provocando danni irreparabili a Priolo e a tutti i suoi cittadini. Ci riferiamo in particolare al segretario generale e al vice segretario del Comune di Priolo. Entrambi, non vivendo a Priolo, non possono comprendere i quotidiani disagi di una popolazione costretta a vivere addossata ad uno dei poli petrolchimici più inquinanti di Europa e trattano le loro questioni legali come se operassero in una realtà “normale”.

A dare la prima mazzata a Priolo, come tutti ricorderete, fu il segretario comunale, dott. Giuseppe Italia, quando produsse quel tanto odiato suo parere NON FAVOREVOLE al referendum sull’interconnessione ErgMed, tappando così la bocca a 12 mila cittadini priolesi che furono impossibilitati , in barba alla tanto ostentata democrazia partecipativa, di esprimere la propria opinione sull’ interconnessione Erg che aggrediva la zona pedemontana dei Monti Climiti (la foto a sinistra mostra come appare oggi la zona pedemontana dei Climiti aggredita da tralicci aerei ad alta tensione e da numerosi pali conficcati nel terreno che segnalano la presenza di numerose condotte di petrolio interrate. Un vero scempio ambientale. La foto sottostante mostra uno dei nuovi pozzi di acqua potabile (mai messi in funzione) scavati nella zona pedemontana dei Monti Climiti, vicinissimi all'interconnessione Ergmed. Questa eccessiva vicinanza al fascio tubiero interrato pone a rischio di inquinamento la nuova falda acquifera).
Oggi la storia si ripete con un altro parere NON FAVOREVOLE al referendum consultivo sul rigassificatore Erg-Shell, dato stavolta dal vice segretario del Comune di Priolo, Mario Privitera (un catanese).
Un parere sicuramente stilato in maniera frettolosa in quanto il vicesegretario nell’esprimere il proprio parere non ha tenuto conto né dei contenuti della Direttiva Seveso II (relativa agli impianti a rischio di incidente rilevante) e in aperto contrasto a quanto stabilito dalla “Convenzione di Arhus” operativa in tutti gli stati membri della Cee e i cui pilastri fondamentali sono: accesso alle informazioni, partecipazione del pubblico ai processi decisionali e accesso alla giustizia in materia ambientale.
Il vice segretario, nel dare il suo parere negativo al referendum sul rigassificatore Erg-Shell, ha percorso invece la via più breve citando alcuni articoli dello Statuto Comunale sulla partecipazione popolare – referendum e fornendo proprie interpretazioni.

Queste cose le ha fatte notare al vice segretario Privitera il Coordinatore del Comitato cittadino Priolese pro referendum consultivo sul Rigassificatore Erg-Shell, Angelo Musumeci. Il Vice segretario, messo con le spalle al muro, ha assicurato Musumeci che avrebbe fatto ulteriore ricerche “per capire – ci ha riferito Musumeci - cosa dicesse tale convenzione fissando per la mattina del 5 aprile 2007 un nuovo incontro in Municipio”.

Questa “mossa” a sorpresa del vice segretario, che dovrebbe curare al massimo gli interessi della popolazione in cui lui vive ed opera a costo di trovare “escamotages” come accade in tantissime altre realtà comunali, ha posto in agitazione i componenti del Comitato cittadino che hanno deciso di avviare due iniziative.

1 - E’ stato dato mandato al rappresentante di Rifondazione comunista di riunire tutti quei partiti di maggioranza che recentemente, attraverso volantini di colore verde, dicevano a gran voce no al rigassificatore Erg-Shell per la sicurezza dei cittadini, delle popolazioni limitrofe alla zona industriale e per la salvaguardia della salute pubblica.

2 – Un componente del Comitato cittadino, Enzo Radino (ex sindaco di Priolo) giorno 5 aprile 2007, dalle ore 10 alle ore 13, attuerà una forma di protesta per sensibilizzare la popolazione sui rischi del rigassificatore e per informare dell’ulteriore disegno ambiguo proveniente dal palazzo dopo il parere non favorevole del vicesegretario comunale al referendum consultivo. Enzo Radino, percorrerà le vie Castel Lentini, Pentapoli e Angelo Custode, come uomo sandwich.

Salvo Maccarrone, 05 aprile 2007


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008