PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

La prima regola in politica è di non credere mai ad una notizia prima che non sia stata ufficialmente smentita (Anthony Jay).

Related Posts with Thumbnails

Visita lampo a Priolo di due soli esponenti della Commissione del Senato e rientro a Roma precipitoso - Le problematiche sanitarie di Priolo-Augusta-Melilli possono attendere
Il 26 marzo 2007 la zona industriale di Priolo ha registrato una visita lampo della 13ª Commissione permanente, territorio, ambiente, beni ambientali del Senato dopo il mancato arrivo dei primi di marzo. A dirla tutta si è trattato di una visita quanto mai anonina e riservatissima di sue soli componenti di tale Commissione che per istituzione è composta da 22 senatori della Repubblica italiana. A Priolo, a parte il nostro sito che ne aveva dato notizia il 25 marzo 2007, quasi nessuna forza politica e culturale ne era al corrente.
Il compito di questa Commissione permanente del Senato che aveva programmato, per i giorni 26 e 27 marzo 2007, delle visite ai siti industriali altamente inquinanti di Priolo e Gela, è quello di avviare delle indagini conoscitive sulle molteplici emergenze ambientali nelle aree di riferimento dei principali poli industriali della Sicilia. Secondi questa Commissione “l’obiettivo è quello di individuare le maggiori criticità e definire gli strumenti per intervenire e tutelare la salute dei cittadini, dei lavoratori e dell’ambiente, salvaguardando le produzioni e i posti di lavoro”.



Ma vediamone i particolari così come li espone uno dei componenti della Commissione del Senato.
GELA
“Il sito industriale di Gela, responsabile dell’inquinamento da metalli pesanti, arsenico, idrocarburi e quant’altro nella falda acquifera sottostante, dei terreni e dell’aria circostante, necessita di rapide e immediate operazioni di bonifica oltre che di maggior impegno e investimenti tecnologici per poter sostituire il pet coke con altre sostanze meno dannose per la salute e l’ambiente”.
PRIOLO
“Il petrolchimico di Augusta –Priolo, già riconosciuto responsabile del sostanzioso aumento delle malattie e malformazioni nei neonati della zona, attende da tempo un intervento di bonifica dei fondali inquinati dai sedimenti chimici che attraverso la catena alimentare raggiungono il corpo umano provocando danni serissimi. Urge quindi superare le contrapposizioni in corso tra enti competenti e aziende sulla responsabilità delle bonifiche, per intervenire, con il coinvolgimento della comunità scientifica, a risolvere in modo concreto ma ambientalmente sostenibile il problema del deposito dei sedimenti nei fondali, senza prescindere dalla necessità di non bloccare le attività portuali”.

Obiettivi sicuramente meritori ma che si stanno scontrando con le assenze e le fugaci apparizioni della Commissione del Senato in Sicilia a causa della sempre in agguato crisi di governo nazionale ove, per ogni questione, il premier Romano Prodi, deve “elemosinare” la fiducia.
Stavolta quello che abbiamo visto (e cioè il ritorno precipitoso a Roma della Commissione del Senato), ci fa capire come siano più importanti per il signor Prodi & C. le missioni militari all’estero che le problematiche sanitarie ed ambientali del triangolo della morte Priolo-Augusta-Melilli. Che, quindi, possono attendere.

Salvo Maccarrone, 28 marzo 2007


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008