PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Lo stupido parla del passato, il saggio del presente, il folle del futuro. (Napoleone Bonaparte)

Related Posts with Thumbnails

"Atlante della mortalità e dei ricoveri per i tumori e per le patologie cronico degenerative in provincia di Siracusa"- Presentato il terzo volume - TUMORI IN FORTE AUMENTO


Si tratta di un aggiornamento dei precedenti Atlanti della mortalità (1995-1999 e 2000-2002) che si occupa del triennio 2003-2005. Questo nuovo lavoro del Registro Territoriale di Patologia della Asl 8 è diviso in due parti. La prima è dedicata all'Atlante della Mortalità e la seconda all'Atlante dei Ricoveri.
Gli autori non hanno esitazioni nell'affermare che, raggruppando le singole cause di morte in Settori, il maggiore incremento riguarda i tumori.


Di seguito pubblichiamo, in versione integrale, un comunicato stampa dell'Asl8

I RISULTATI DELL’ATLANTE DEL RTP (Registro Territoriale delle Patologie)

Siracusa 13 marzo 2007 - L’Atlante che si presenta oggi rappresenta l’ultimo aggiornamento (triennio 2003-05) dei precedenti Atlanti della Mortalità 1995-99 e 2000-02, ma contiene anche una assoluta novità grazie alla pubblicazione dell’Atlante dei Ricoveri del 2004. Quest’ultimo Atlante, dunque, va ad affiancare il parallelo Atlante della Mortalità, consentendo una più approfondita analisi della domanda e dell’offerta di assistenza sanitaria nella Provincia di Siracusa. Il lavoro è stato diviso in più parti. La prima è dedicata all’Atlante della Mortalità e la seconda, appunto, a quello dei Ricoveri.

Per quanto riguarda l’Atlante della Mortalità, in provincia di Siracusa i tassi proporzionali per Settori confermano il primato generale delle malattie del sistema cardiocircolatorio (42% di tutte le cause di morte tra i maschi e 48% tra le donne) e dei tumori (rispettivamente 29% e 21%). Riguardo alle singole cause, tra i maschi la causa di decesso più frequente è rappresentata dalle cerebrovasculopatie con un Tasso Standardizzato di 167,7 casi annui per 100.000 abitanti, seguite da infarto (127,6), tumori del polmone (75,5), broncopneumopatie (37,0), ipertensione (32,1) e cirrosi (28,8), mentre tra le femmine prevalgono cerebrovasculopatie (233,7), infarto (91,3), ipertensione (54,9), tumore della mammella (33,3), diabete (32,8) e cirrosi (27,9). Tra i maschi, inoltre, la causa di morte che ha determinato il maggior numero di anni di vita persi prematuramente sono gli incidenti stradali, mentre tra le femmine è al primo posto il tumore della mammella. Mettendo a confronto i risultati del precedente periodo 1995-02 con quelli del triennio 2003-05, la causa di morte che hanno fatto osservare i più alti trend di crescita, tra i maschi, è il tumore dell’encefalo (+26,8 %), mentre tra le donne è soprattutto il tumore del Polmone (+42,8%). Di contro, le cause di morte che hanno fatto osservare le maggiori diminuzioni sono la cirrosi epatica (m –19,1%, f –26,1) ed il diabete (m –14,2%, f –17,7%). Si può affermare, in generale, che il maggiore incremento complessivo è stato osservato a carico dei tumori, mentre si presenta stazionario o in lieve riduzione il trend del cardiocircolatorio e di molti altri settori. Ma ancora più interessante si presenta l’analisi dei singoli quattro distretti sanitari della provincia di Siracusa. Tale indagine ha confermato che le maggiori criticità (scostamenti significativi in eccesso rispetto ai valori medi nazionali) sono rappresentate nell’ordine di frequenza da cerebrovasculopatie, ipertensione, cirrosi e nefriti/osi, che si presentano più elevate in quasi tutti i distretti, mentre singoli scostamenti elevati sono stati osservati per il diabete (solo a Lentini), per le polmoniti e le malformazioni (solo ad Augusta). Per quanto riguarda i tumori, scostamenti significativi in eccesso sono stati osservati per i tumori dell’encefalo (in tutti i distretti), per i tumori dell’utero (a Noto e Siracusa), per i tumori della vescica (Siracusa) e per i mesoteliomi pleurici (a Siracusa e soprattutto Augusta). Sono stati osservati, ancora, scostamenti significativi anche per la totalità dei tumori e per i tumori del polmone (ad Augusta), per le leucemie (a Lentini) e per i tumori del Fegato (a Noto). L’aggiornamento 2003-05 dell’Atlante di Mortalità conferma, dunque, che il profilo epidemiologico emerso dai dati del RTP sembra essere collegato alla vocazione produttiva dei territori. In particolare, appare essere tipico delle aree fortemente industrializzate il profilo epidemiologico emerso ad Augusta. Tuttavia, al di là di tutte le conferme, il dato nuovo più eclatante emerso in quest’ultimo aggiornamento dell’Atlante di Mortalità è il vertiginoso aumento di tumori del polmone nel sesso femminile, segno evidente di un progressivo allineamento del profilo di rischio tra i due sessi.

Molto interessanti si presentano anche i risultati dell’Atlante dei Ricoveri. Lo Studio ha evidenziato in generale Tassi di Ricovero non sempre coerenti coi Tassi di Mortalità illustrati nella prima parte dell’Atlante. Premesso che la frequenza del numero di ricoveri non può essere considerata una stima attendibile dell’Incidenza, in alcune patologie si sono osservate aree dotate di una Mortalità elevata a fronte di un Tasso di Ricoveri nella media. In linea di massima quando si osserva un'Incidenza elevata ed una Mortalità bassa, quest'ultima di solito è imputabile ad una migliore organizzazione dell'offerta dei servizi sanitari, in grado di incidere sulla maggiore sopravvivenza a parità di incidenza, e viceversa. Lo studio, infine, ha evidenziato una forte migrazione sanitaria verso il catanese ed in parte verso il ragusano, con particolare riferimento alla patologia oncologica ed al DRG 410 (Chemioterapia). L’osservazione epidemiologica condotta a Siracusa dal Registro Territoriale delle Patologie, in conclusione, ha consentito, ancora una volta, di conoscere il reale stato sanitario della popolazione siracusana e, dunque, di gettare le basi del locale progetto futuro di sanità. Appuntamento adesso ad aprile quando il RTP renderà noti gli ultimi, attesi, dati sull’incidenza dei tumori. Domani intanto i lavori continueranno col terzo meeting dei Registri Tumori del Sud Italia, ospitato dal RTP proprio a Siracusa.

Priolo, 14 marzo 2007


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008