PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

I popoli non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi che dovrebbero avere paura dei popoli.

Related Posts with Thumbnails

POLITICA NAZIONALE - Mercoledì, 21 febbraio 2007 9.56 15 - Prodi si dimette dopo voto Senato, domani consultazioni
ROMA (Reuters) - A nove mesi dal suo insediamento alla guida del governo di centrosinistra, il presidente del Consiglio Romano Prodi si è dimesso dopo che il Senato ha bocciato una mozione di sostegno alla politica estera.

Il presidente della Repubblica ha accettato le dimissioni con riserva e avvierà domani alle 10 le consultazioni sulla crisi di governo.


Nel voto di oggi al Senato, seguito all'intervento del ministro degli Esteri, Massimo D'Alema, hanno votato no 136 senatori e 24 si sono astenuti, mentre i sì sono stati 158, due in meno della maggioranza richiesta di 160 voti.

All'Unione è mancato il voto dei senatori Franco Turigliatto (Rifondazione) e Fernando Rossi (Verdi/Pdc) e quello dei Senatori a vita Giulio Andreotti e Sergio Pininfarina che si sono astenuti. Al Senato l'astensione è equiparata a un no.

Una mozione non equivale a un voto di fiducia e quindi il governo non era obbligato a dimettersi dal punto di vista costituzionale. Tuttavia ieri D'Alema aveva detto che senza maggioranza sulla politica estera un governo si deve dimettere.

Il presidente della Repubblica avrebbe anche potuto rinviare Prodi alle Camere per valutare se il governo avesse ancora una maggioranza parlamentare, ma il premier sarebbe arrivato al Colle con una volontà "irrevocabile" a lasciare.

Riferiscono, infatti, fonti politiche che Prodi, avendo già verificato oggi di non avere una maggioranza a Palazzo Madama su una questione vitale per il programma di governo quale è la politica estera nel suo complesso, abbia deciso di presentare dimissioni irrevocabili.

Tali valutazioni erano state anticipate a Napolitano telefonicamente. Il presidente, nella sua autonomia, ha deciso di accettare le dimissioni e avviare da subito consultazioni, precisano le fonti.

PRODI CONTINUERA' SOLO CON PIENO APPOGGIO

Gli scenari che si aprono - dopo che Napolitano avrà consultato gli ex presidenti della Repubblica, gli attuali presidenti di Camera e Senato, e i capigruppo di tutti i partiti - sono diversi.

Se tutti i rappresentanti della maggioranza manifestassero infatti la propria fiducia a Prodi questi potrebbe o essere rinviato alle Camere per un voto di fiducia sull'attuale governo oppure decidere di formarne uno nuovo. La pregiudiziale posta dal Professore è comunque un sostegno pieno da parte di tutto il centrosinistra.

"Prodi ha preso atto che non ci sono i numeri al Senato. E' una crisi seria. E' disposto a continuare se, e solo se, avrà garantito il pieno appoggio di tutti i partiti della maggioranza", ha detto il portavoce Silvio Sircana a Reuters.

Finora, a margine di un vertice dell'Unione, si sono detti pronti ad appoggiare Prodi sia il leader di Rifondazione Franco Giordano che l'Ulivo, tramite il capogruppo alla Camera Dario Franceschini.

Non è da escludere anche l'ipotesi di un nuovo governo di centrosinistra senza Prodi o un governo con una maggioranza diversa. In questo caso potrebbe giungere in soccorso l'Udc, unico partito dell'opposizione che non ha partecipato oggi al vertice convocato da Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli.

Il leader dei centristi, Pierferdinando Casini, mentre la Cdl chiedeva a gran voce le dimissioni di Prodi, ha dichiarato al Tg1 che serve una tregua e bisogna sedersi attorno a un tavolo.

Solo qualora nessuna di queste ipotesi fosse percorribile, a Napolitano non resterebbe che sciogliere le Camere e indire nuove elzioni. Allo stato attuale appare però remota l'ipotesi del voto a breve.

Paolo Biondi e Roberto Landucci
Mercoledì, 21 febbraio 2007 9.56 15
© Reuters 2007

NOTA: La vignetta non fa parte dell'articolo Reuter bensì è tratta dal sito:
http://www.sestaluna.com/maurobiani/images/Prodi_maratoneta_curre.gif


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008