PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Chi segue gli altri, non arriva mai primo.

Related Posts with Thumbnails

Un documento eccezionale da scaricare - Il Progetto Salute Eni venne inaugurato presso lo stabilimento "Enichem" il 6 giugno 1992
Considerato che in questi ultimi mesi non si fa altro che sollecitare la nascita di centri per la prevenzione dei tumori e nel frattempo cercare di coinvolgere la zona industriale per mettere a disposizione della popolazione il suo "Progetto Salute", non fa male rispolverare i quotidiani del tempo alla ricerca di notizie che possano interessare la nostra comunità . Sul quotidiano "Gazzetta del Sud" abbiamo rintracciato un paio di articoli, da noi redatti il 6 giugno 1992, che adesso permettiamo di scaricare gratuitamente.



Il Centro del "Progetto Salute dell'Eni" era stato inaugurato all'interno dello stabilimento Enichem di Priolo-Gargallo in provincia di Siracusa il 6 giugno 1992, alla presenza di numerose personalità politiche, sociali, sindacali, sanitarie e benedetto dall'arcivescovo di Siracusa, mons. Giuseppe Costanzo, alla presenza del prof. Umberto Veronesi coordinatore allora della forza operativa sul carcinoma della mammella.
Secondo l'Eni il centro si inseriva nel vasto programma di iniziative sociali promosse ed attuate per migliorare sempre più il rapporto lavoratori-azienda. L'iniziativa a Priolo aveva incontrato il pieno consenso di tutte le organizzazioni sindacali dei lavoratori, grazie al rilevante contributo scientifico offerto dall'istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori.
A sei anni dalla prima esperienza realizzata nel 1986 a S. Donato Milanese e quella del 1989, estesa alla regione Lazio, anche Priolo ha visto nascere nel cuore della fabbrica una struttura sanitaria che fungerà da polo per oltre 10 mila dipendenti dell'Eni: Agip S.p.A., Agip Petroli, Snam e Enichem.
Il centro sanitari di Priolo, appositamente allestito per l'attuazione di questa iniziativa, constava di sei ambulatori, due uffici, un centro di documentazione ed un centro di elaborazione dati. Inoltre era dotato di apparecchiature d'avanguardia per le indagini che riguardano le sedi più frequenti di tumore maligno.



Oggi, leggendo le dichiarazioni del prof. Veronesi, fa impressione come egli, esperto in carcinomi, sia stato molto superficiale nel sottolineare la grande incidenza dei tumori nelle aree petrolchimiche. Le sue affermazioni su nostra specifica domanda, fatte nel 1992, oggi ci appaiono quasi come una beffa se si pensa che l'Eni ha risarcito, di sua spontanea volontà , le vittime del petrolchimico di Priolo dove, tanto per fare un solo esempio, nel triennio 2000-2002 i morti a causa di tumore sono aumentati del 7% rispetto agli anni Novanta.
Metà degli 11 milioni di euro sono stati corrisposti come risarcimento per i bambini nati malformati e tutt’oggi in vita, mentre l’altra metà è stata erogata a beneficio di famiglie che hanno dovuto fare ricorso all’interruzione volontaria della gravidanza per via dell’accertamento di malformazioni al feto.

Quando vi fu l'inaugurazione del centro "Progetto Salute", giungemmo anche con le telecamere e poichè ci sembrò oltremodo offensivo sentire che l'inquinamento "è dovuto al fumo delle sigarette", ci rivolgemmo al prof. Veronesi con una domanda volutamente provocatoria.

DOMANDA
- Chi lavora agli impianti petrolchimici deve considerarsi soggetto a rischio?
RISPOSTA
-«Le statistiche parlano chiaro - ci ha risposto il prof. Veronesi - fino agli anni Sessanta l'industria chimica incideva notevolmente sulle percentuali d'ammalati di tumore. Adesso pero' la situazione si e' completamente invertita. Nell'ultimo ventennio la societa' civile ha preso coscienza del problema, garantendo leggi rigorose che impongono sofisticate apparecchiature per eliminare dal processo produttivo le emissioni cancerogene. Cosi, l'incidenza di tumori in chi lavora agli impianti si e' abbassata sotto lo 0,5 per cento. Una percentuale ormai irrilevante».

I nati malformati, le morti per tumori e gli inquinamenti selvaggi giornalieri di cielo, terra e mare dalla nascita del petrolchimo ai giorni nostri , hanno dato torto alle tesi espresse dal prof. Umberto Veronesi.

IN CONCLUSIONE:
Non fa mai male andarsi a rileggere i quotidiani del passato...
Scarica: Progetto Salute Eni 1992

Salvo Maccarrone, 21 febbraio 2007


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008