PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

A parte che i sogni passano se uno li fa passare, alcuni li hai sempre difesi, altri hai dovuto vederli finire. (Ligabue)

Related Posts with Thumbnails

PRIOLO - AUGUSTA - MELILLI: AGGRAVAMENTO DELL’ INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA POLVERI SOTTILI
Rubrica: "Ambiente, aspetti tecnici, curata dal chiarissimo prof. Carmelo Calvo.

Rispetto ai dati del 2004, si nota un peggioramento dello stato di qualità dell’aria concernente le concentrazioni di PM10”.

Così recita l’Annuario regionale dei dati ambientali 2005 redatto dall’ARPA Sicilia a proposito dell’andamento regionale dell’inquinamento da polveri sottili. Si tratta dell’ultimo annuario sulla situazione ambientale della Sicilia pubblicato dall’ARPA. Ma vediamo come sono andate le cose nell’area del triangolo industriale Priolo-Melilli-Augusta.

Il numero dei superamenti dei limiti sono stati:
Augusta, 1;
Ciapi, 3;
Priolo, 3;
Melilli, 3;
San Cusumano, 2;
Belvedere, 3.

Tali superamenti, in aree come le nostre interessate dalla presenza di svariati inquinanti estremamente tossici (diossine, arsenico, piombo, ecc.) destano una preoccupazione ben superiore rispetto ai superamenti riscontrati nelle grandi città a causa, prevalentemente, del traffico veicolare e del riscaldamento delle abitazioni.


FIG.1 - Sintesi di una tabella dati  tratta dall’Annuario regionale dei dati ambientali 2005, redatto dall’ARPA Sicilia

E per il futuro? E’ possibile che nei prossimi anni nei comuni del triangolo industriale si abbia un ulteriore peggioramento dell’inquinamento da polveri sottili?

Purtroppo, devo dirvi che dai progetti in programma di nuovi impianti arrivano solo “dense e cupe nubi”. Non si tratta solo delle ben note e pericolosissime emissioni di polveri degli inceneritori programmati in zona, ma anche di altre attività industriali che certa stampa meschina e cialtrona spaccia come attività a trascurabile impatto ambientale.

Per esempio, la costruenda centrale NuCe della ERG, che utilizzerà il gas naturale del Rigassificatore ERG-SHELL, non sembra destare grandi preoccupazioni poiché tanta stampa locale ha ormai dato al gas naturale il “bollino” di “combustibile non inquinante”.

In realtà basta fare qualche breve ricerca, possibile anche in internet, per rendersi conto che una moderna centrale termoelettrica a turbogas di grandi dimensioni emette da un centinaio a svariate centinaia di tonnellate di polveri sottili, con annessi metalli pesanti, oltre a varie altre sostanze inquinanti.
Nessun tecnico oggi può affermare che una centrale termoelettrica a turbogas non emetta polveri sottili.
E a questo punto si tratta di fare un semplicissimo quanto incontestabile 2+2. La centrale NuCe della ERG prima non c’era ma a breve entrerà in funzione (pare entro quest’anno) con il suo carico addizionale di inquinamento per l’aria che dovremo respirare.

Forse qualcuno, in cuor suo, spera ancora nei favori di un clima più piovoso e ventoso che possa abbattere e disperdere grandi quantità di polveri sottili, ma l’esame degli andamenti climatici degli ultimi decenni non incoraggiano tale speranza. I massimi studiosi di climatologia ci dicono che l’anticiclone del deserto libico si sta spostando inesorabilmente verso nord, per cui, oltre alla diminuzione delle piogge, avremo anche un’atmosfera più stagnante. Si tratta, in sintesi, della concomitanza di condizioni estremamente favorevoli al ristagno degli inquinanti, incluse le famigerate polveri sottili".

11 febbraio 2007
Carmelo Calvo


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008