PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Non date fede ai vecchi manoscritti, non credete una cosa perché il vostro popolo ci crede o perché ve l'hanno fatto credere dalla vostra infanzia. Ad ogni cosa applicate la vostra ragione; quando l'avrete analizzata, se pensate che sia buona per tutti e per ciascuno, allora credetela, vivetela, e aiutate il vostro prossimo a viverla a sua volta (Gauthama Siddharta Buddha).

Related Posts with Thumbnails

4) Priolo - L’incidente alla ERGMED NORD del 30 aprile 2006
Presso il D.R.P.C. - Servizio R.A.I.S., si elaboravano i dati sulla qualità dell’aria rilevati dalla rete fissa di monitoraggio installata da alcuni anni nelle aree del polo petrolchimico gestite dalla Provincia Regionale di Siracusa e dal Consorzio Industriale per la Protezione dell'Ambiente (C.I.P.A.).
I dati raccolti evidenziavano già poche ore dopo dall’innesco dell’incendio come i parametri qualitativi dell’aria su Priolo Gargallo , Belvedere e Melilli fossero variati con un repentino incremento di ‘Idrocarburi non metanici ‘ (NMHC), provenienti in massima parte dalla combustione di idrocarburi dovuti dall’incendio e, in minor valore, dalle emissioni delle torce degli stabilimenti del polo petrolchimico che venivano attivate in emergenza.
La verifica dei dati provenienti dalla rete di monitoraggio è stata estesa per tutta la durata dell’incendio: il parametro NMHC ha consentito di individuare gli spostamenti della nube tossica dalla nottata dal 30 aprile al pomeriggio del 2 maggio.
Si riporta la tabella riepilogativa delle variazioni delle concentrazioni mg/m3 di Idrocarburi non Metanici (NMHC) nella giornata del 30 aprile 2006 elaborata sui dati rilevati dalle tre stazioni del CIPA. E’ evidente l’improvviso aumento di NMHC su Melilli alle ore 20.00 e il successivo spostamento su Belvedere della nube tossica alle ore 24.00.



L’insieme dei dati provenienti dalla rete di rilevamento ha evidenziato, infine, che la temuta massiccia ricaduta nei centri abitati dei prodotti dei fumi derivanti dall’incendio di petrolio grezzo è stata evitata grazie al regime anemologico di quelle ore.


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008