PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Cogli ogni opportunità che la vita ti dà, perché, se te la lasci sfuggire, ci vorrà molto tempo prima che si ripresenti. (Paulo Coelho)

Related Posts with Thumbnails

NO a rigassificatori e “termovalorizzatori” - Da Melilli il dott.Eugenio Bonomo (Amo Melilli) augura un BUON NATALE ai suoi concittadini
Riceviamo pubblichiamo in versione integrale una lettera di auguri da parte del dott. Eugenio Bonomo dell'Associazione "Amo Melilli".

"BUON NATALE AI MELILLESI

"Buongiorno
Da parecchio non Vi scrivo personalmente in quanto, essendo stato nominato “socio onorario” di “Amo Melilli”, è giusto che eventuali mie iniziative siano approvate e firmate dal direttivo dell’Associazione, ma stavolta sento imperioso il bisogno di scriverVi in prima persona e firmare autonomamente quanto segue.
"Oggi 20/12/2006 alle ore 18.00, come tanti papà Melillesi, ho assistito all’esibizione di ben 180 bimbi dai tre ai 5 anni che, nei locali del palazzetto dello sport hanno dato il benvenuto al Natale 2006 con balli e canti a dir poco deliziosi.
"Non ho alcuna vergogna a confessare che ho pianto per quasi tutto il tempo.
La commozione, nel vedere quelle 180 nuove vite impegnate a far gioire il prossimo, è stata troppo grande, ma ancor maggiore il dolore che ho provato nel pensare che qualcuno è talmente sporco e appassionatamente criminale da disinteressarsi del tutto del destino di quelle anime innocenti (chissà, forse qualcuno di loro un domani si dedicherà alla politica, cessando di essere innocente, ma questa è pura ipoteca sul futuro).
Mentre cantavano, i nostri bimbi hanno alzato le manine, tutti insieme. In quel momento ho rivisto una scena del film “La vita è bella”, quando il figlio di Benigni alza le manine ai tedeschi.
"Ebbene, per un attimo ho pensato che i nostri figli alzassero le loro inermi manine ai padroni della vita, alle grandi corporations (vedi ERG, Shell, ecc…) capaci di decidere della rovina e della morte di intere popolazioni e di comprare qualsiasi politico nazionale, regionale o locale (quelli, poi, se li comprano coi saldi di fine stagione) con somme favolose che, per esse, sono solo una manciata di fave.
I nostri bimbi hanno alzato le mani, ma noi non dobbiamo farlo, o non ci saremo resi degni dei meravigliosi figli che Dio ci ha donato.
Fra poco, probabilmente, saremo chiamati a decidere con un referendum ( a Priolo ed Augusta lo stanno chiedendo) se vogliamo o no, nel nostro territorio, rigassificatori e inceneritori (loro li chiamano termovalorizzatori).



"Ora Vi dico che succederà:
stanchi di votare continuamente, gli apatici e i vigliacchi non si recheranno nemmeno ai seggi; chi ci andrà sicuramente, però, sarà quella fetta di Cittadinanza soggetta al ricatto occupazionale da parte di qualche losco individuo che ha interesse a che tali pericolosissimi impianti si realizzino (tanto si è sempre in tempo a prendere il malloppo e scappare prima che succeda l’apocalisse).
Così i Melillesi, ancora una volta, saranno violentati “da tutte le parti”, anche se ci sarà qualche decina di persone che potrà comprarsi la macchina sportiva grazie al “posto”(… all’inferno !) assicuratogli da tizio, caio o sempronio.
Prima che porcate simili si realizzino avrò già portato ben lontano i miei figli, ma i pusillanimi, gli inerti, i depressi, i Fantozzi, gli apatici, i molluschi che hanno paura di dire NO a “padroncini” ormai impotenti e forti solo della paura della stupidità e della vigliaccheria altrui, resteranno a godersi lo spettacolo di una popolazione annientata nella volontà, nella dignità, nell’anima e nel corpo (ricordate Gurrieri di Marina di Melilli ?) e, speriamo Dio non voglia, probabilmente anche quello dei loro figli che muoiono nel rogo di un’esplosione o nella lenta agonia di un tumore.
Se si farà un referendum sarà l’ultima ed unica arma che ci resta per opporci allo scempio dei nostri figli, di noi stessi e del nostro territorio.
Opporsi a rigassificatori e “termovalorizzatori” è l’unico modo per combattere ulteriore sfruttamento, malattie e morte. Al di là di tale mezzo resta solo il mitra.
"Non permettiamo che ci si esasperi a tal punto. E’ già troppa la violenza che ci somministrano; basta affacciarsi al balcone e guardare verso il mare; non riduciamoci a dover ricorrere a mezzi di difesa esasperati e fermiamo i potenziali assassini dei nostri figli prima che sia troppo tardi.
Stasera quei 180 bimbi sorridevano felici di essere ammirati dai papà, ma: siamo degni di guardarli?
Quei bambini ci rivolgono una domanda di vita e di salute, oltre che di amore. E noi, siamo sicuri di fare il loro interesse cedendo a certe logiche?
Riflettete attentamente e con coscienza; svegliatevi! e … lasciate che i vostri figli vivano.
Io stasera piangevo di commozione, ma domani potremmo piangere per la disperazione.
Buon Natale.

Melilli 20/12/2006 Eugenio Bonomo".


 

 

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
stats
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo
BOTTO ERG
13 ottobre 2008
Botto Erg del 13 ottobre 2008
 
NO all'anonimato
No all'anonimato su www.maccarrone.da.ru

Statistiche

 

statsGoogle2008