PRIOLO

GARGALLO

AMBIENTE-CULTURA-POLITICA-TURISMO-NEWS

stats

priolo gargallo, priolo, salvo maccarrone, priolo, magnisi, thapsos, tapso, priolo gargallo, manomozza, basilica san foca, priolo

www.priolo.da.ru

 

  

                  

 

         

Priolo, occorre rivedere l'inquietante interconnessione Erg

E' on-line la PRIMA monografia sull'incendio Erg del 30 aprile 2006

 

ALLARME RIGASSIFICATORE

COMMENTI & REAZIONI

dopo lo scellerato Via alla V.I.A. dato dal neo ministro all'ambiente Stefania Prestigiacomo

 

ANGELO MUSUMECI, Coordinatore del Comitato cittadino contro il rigassificatore, ANNUNCIA:

"Ed ora ci rivolgeremo al TAR per impugnare l'eventuale parere dato dal ministero dell'ambiente"

 

 

"Quando noi del Comitato cittadino abbiamo appreso la notizia dai mezzi di informazione - dice Angelo Musumeci -  abbiamo immediatamente allertato i nostri legali al fine di verificare la possibilità di impugnare l'eventuale parere positivo sul rigassificatore, di cui sinora non abbiamo alcun documento".

I legali a cui accenna Musumeci sono quelli che i priolesi ricordano positivamente come coloro che vinsero il ricorso al Tar, ovvero facendo bocciare la sospensiva invocata dalla Ioniogas (Erg/Shell) mirata a tappare la bocca a 12 mila abitanti impedendo loro la celebrazione di un referendum popolare contro il rigassificatore. Quando poi i Priolesi furono chiamati alle urne bocciarono senza tante esitazioni il rigassificatore della Ioniogas.

 

PRIOLO TUTTA ALZA UN PODEROSO MURO DI

"NO" ALLO SCELLERATO PROGETTO IONIOGAS

I quattro candidati a sindaco di Priolo riconfermano, con più forza, il loro NO AL RIGASSIFICATORE espresso durante il referendum del 15-16 luglio 2007 quando il 98,71 % dei votanti diede una sonora batosta alla Erg (prima di allora intoccabile) e ai suoi compari d’affari.

Priolo - Mini Biblioteca comunale, 18 maggio 2008. Angelo Musumeci, Antonello Rizza, Luigi Toppi, Orazio Valenti, e il pubblico presente.

Il deciso NO AL RIGASSIFICATORE Ionio gas (Erg/Shell) dei quattro candidati a sindaco di Priolo è stato quasi urlato durante una tavola rotonda organizzata da Legambiente nella mini-Biblioteca comunale il giorno 18 maggio 2008. Al dibattito erano presenti due “osservatori” inviati dalla Ioniogas e, ovviamente dalla Erg i quali, appresa la “brutta notizia” (cioè il nuovo NO alla loro BOMBA ATOMICA) si sono defilati scornati e silenziosi.

Quindi a Priolo, in maniera sconvolgente, si alza un PODEROSO MURO DI “NO” allo scellerato progetto Ioniogas.

Salvo Maccarrone, 19 maggio 2008

________________________________

 

Legambiente, nel ricordare la drammatica ricorrenza dello scoppio dell'Icam, invita tutti a mobilitarsi, da subito, contro il rigassificatore Ioniogas

Il 19 maggio è il 23° anniversario dello scoppio dell’impianto di produzione di Etilene dell’ICAM , della Polimeri Europa. Una ricorrenza che vorremmo ricordare anche alla luce di quanto sta oggi accadendo:
l’autorizzazione V.I.A. al nuovo terminale di RIGASSIFICAZIONE, che testardamente la (ERG-SHELL) ionio gas sta perseguendo, CONTRO LA VOLONTA’ POPOLARE, CHE SI ERA ESPRESSA CON UN NO CHIARO NEL REFERENDUM CITTADINO DELLO SCORSO LUGLIO.

________________________________

 

Le durissime reazioni del Comitato Melillese "No rigassificatore": "Il nostro Governo Nazionale ha dato la V.I.A. a 165 bombe atomiche da piazzare in uno dei posti più pericolosi della terra, sotto il sedere dei nostri figli".

Quanto oggi accade dimostra due cose:
1) siamo in regime dittatoriale
2) la dittatura cui siamo sottoposti, dal momento che antepone l’interesse economico del singolo, alla stessa vita della popolazione, è tutt’altro che sana.
Ora vedremo cosa farà il neo-governatore della Regione Siciliana.

________________________________

Per il rigassificatore Ioniogas una VIA ignota con prescrizioni altrettanto ignote - I durissimi commenti del prof. Luigi Solarino e del dott. Giacinto Franco

INVITO AI SINDACI DI AUGUSTA PRIOLO E MELILLI A TROVARE UNA DEGNA DIMORA AI SIGNORI GARRONE PER IL LORO TRASFERIMENTO NELLA NOSTRA ZONA, DOVE HANNO DECISO DI IMPIANTARE IL RIGASSIFICATORE DA 12 MILIARDI DI M3 DI GAS METANO.È arrivato infatti il parere positivo della Commissione del Ministero dell’Ambiente alla Via (Valutazione impatto ambientale) per il rigassificatore della Ionio gas con prescrizioni ancora non note. Tale notizia è stata data da Alessandro Garrone, numero uno del gruppo Erg, nel corso dell’incontro con gli analisti finanziari, a Milano, per la presentazione del business plan 2008-2011 del settore energia.

________________________________

 

Francesca Pedalino, responsabile Ambiente de La Destra. "Il SI al rigassificatore di Priolo ci lascia sgomenti".

Francesca Pedalino, non ha dubbi nell'affermare che si tratta di un "atteggiamento arrogante e pericoloso, se pensiamo a come potranno reagire i cittadini di un intero Comune, che la scorsa estate in un referendum sull’argomento hanno risposto in modo plebiscitario dicendo no allo stabilimento".

________________________________

ALLARME RIGASSIFICATORE

Notizie allarmistiche  si susseguono gettando nel panico le popolazioni del triangolo industriale della morte Priolo, Augusta, Melilli

A PRIOLO, MELILLI E AUGUSTA

GIA' SI PALPANO PERICOLOSISSIME

TENSIONI SOCIALI

Secondo queste notizie, sicuramente diffuse ad arte dagli inquinatori, il ministero dell'ambiente avrebbe già approvato la VIA (ovvero la Valutazione di Impatto Ambientale) dell'impianto di rigassificazione Ioniogas (Erg/Shell) e che pertanto, da subito, la Ioniogas potrebbe già iniziare i lavori di costruzione.

LA NOTIZIA E' FALSA E PRIVA DI OGNI FONDAMENTO poichè prima che il ministero dell'Ambiente possa autorizzare definitivamente la costruzione di una bomba atomica quale può essere un rigassificatore, deve ascoltare il parere della Regione Siciliana la quale, a sua volta,  deve mettere in conto la volontà espressa dai cittadini di Priolo (che con un referendum dissero NO AL RIGASSIFICATORE) e quella  dei cittadini di Melilli, ai quali ancora non è stato concesso il ricorso al referendum.

IN REALTA' il ministero dell'ambiente avrebbe emesso, il 15 maggio 2008, un parere favorevole condizionato dal parere della Regione Sicilia e dalle Popolazioni che risiedono nelle vicinanze di una zona industriale obsoleta, insicura e dove gli incidenti, sono ormai all'ordine del giorno.

Dalle numerosissime e-mail preoccupatissime che stiamo ricevendo si palpano PERICOLOSISSIME TENSIONI SOCIALI

 
 
 

APPUNTAMENTI

Domenica 18 maggio 2008, ore 10:30

TAVOLA ROTONDA

presso la Biblioteca comunale

di via Castel Lentini

I CANDIDATI A SINDACO DI PRIOLO A CONFRONTO

su tematiche ambientali e RIGASSIFICATORE

Problemi anche drammatici , visto che Priolo è il centro del polo petrolchimico più grande d’Italia, dove da un lato il sindacato preme per un rilancio della chimica e dell’accordo di programma, paventando nuovi impianti ad alto rischio di incidente (vedi rigassificatore della Ionio-Gas) e dall’altro i cittadini costretti spesso a subire incidenti e inquinamento provocato dall’industria.

 

Le nostre Prime Pagine

 

© 2001-2008 Salvo Maccarrone
 
 
www.maccarrone.da.ru - priolo.altervista.org - www.priolo.da.ru

Statistiche

scriptModuliRicerfca

 

statsGoogle2008