Botto Erg del 13 ottobre 2008Nuova Paura a Priolo per l'ennesimo BOTTO ERG del 13 ottobre 2008

 
   

30 aprile 2006 - 30 aprile 2008

 

PER NON DIMENTICARE IL 30 APRILE 2006

 

BREVE PREMESSA DELL'AUTORE

 

(PRIOLO, 30 aprile 2008) - Sono trascorsi due anni da quell'infausto incidente sviluppatosi dentro la raffineria Isab impianti nord, E se oggi si continua a parlarne nelle sedi che contano è anche grazie a noi che, con il nostro sito, ne manteniamo vivo il ricordo.

Che cosa ci ha insegnato quell'incendio?

Innanzitutto ha messo a nudo i rischi, sempre presenti, in uno stabilimento obsoleto, insicuro che si chiama ErgMed, raffineria Isab impianti nord.

Poi ci ha fatto prendere coscienza sul fatto che in quello stabilimento non esista una mappatura degli oleodotti e di tutte quelle tubazioni che, in lungo e in largo, si snodano nell'area industriale che un tempo fu dell'Agip.

Addirittura nell'area interessata all'incidente del 30 aprile 2006, ovvero il sottopasso della ex strada statale 114, nulla si sapeva e ancora si sa, del numero di tubazioni esistenti e, cosa veramente raccapricciante, di cosa questi tubi trasportino.

Dopo l'incidente quell'area si presentava come mostra la foto sottostante.

 

 

Quell'incidente indusse i Priolesi a riflettere sul loro destino e a osteggiare fortemente la costruzione, in quell'area insicura, di un rigassificatore e dei suoi pericolosissimi mega bomboloni di gas. Pertanto, nonostante gli ammalianti suoni provenienti delle sirene IonioGas (Erg/Shell), gli unici peraltro a volere incoscientemente, e per meri interessi personali, quella bomba atomica in un'area insicura, i Priolesi, nel corso del referendum cittadino del 15-16 luglio 2007, compatti espressero un cubitale NO AL RIGASSIFICATORE.

E ogni tanto questi signori tornano alla carica quasi che la gente fosse smemorata, riproponendo le "bonta" di quel rigassificatore con la complicità, cosa estremamente grave, di certi sindacati che invece dovrebbero tutelare, soprattutto, la vita dei lavoratori.

 

UNA PICCOLA MONOGRAFIA DA ARRICCHIRE NEL TEMPO

Il lavoro che qui proponiamo è una prima, anche se piccola, monografia su quell'incendio avente la tipologia "Pool-Fire", nata a seguito di un lungo lavoro di ricerca di materiale, molto del quale rimasto inedito,  cronache, documenti, immagini e video, che ci ha portato via parecchio tempo.

E chi gestisce un sito web o un blog sa quanta passione e quanto tempo occorrono per elaborare le pagine web con testi e grafica.

La monografia, oltre a documenti inediti, è corredata di ben 51 foto, anche queste, per la maggior parte, inedite. Speriamo di aumentare la dotazione con l'aiuto dei navigatori.

 

Corre l'obbligo di ringraziare coloro che hanno contribuito alla raccolta del materiale qui elaborato. Si tratta di persone splendide residenti a Priolo, Melilli, Augusta, Siracusa. Un ringraziamento particolare a Raffaele De Raffele (nella foto) che, con tantissima passione, ha dedicato,  e continua a dedicare,  parecchio del suo tempo riversandolo sul sito www.maccarrone.da.ru .

Noterete che a sinistra delle pagine abbiamo inserito un appello "AIUTACI AD AGGIORNARE LA MONOGRAFIA SULL'INCENDIO ERG" e questo perchè confidiamo nell'aiuto fattivo dei nostri navigatori, che spesso si sono mostrati generosi nell'inviarci materiale inedito.

 

Buona consultazione

Salvo Maccarrone, 30 aprile 2008

 
 

Condividi questa pagina con i tuoi amici

© 2006-2008 Salvo Maccarrone - Priolo Gargallo